Indietro
lunedì 14 giugno 2021
menu
Calcio Giovanile

Fya Riccione e Sassuolo insieme con il progetto "Generazione S"

In foto: Roberto Carnevali, Francesco Cesarini, Roberto De Zerbi, Andrea Tentoni e Giovanni Carnevali
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 21 mag 2021 11:00 ~ ultimo agg. 15:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Fya Riccione è ufficialmente affiliata All’US Sassuolo Calcio. La stretta collaborazione è stata ufficializzata presso il Mapei Football Center ed è nata grazie all’interessamento di Roberto Carnevali, Responsabile Partnership Sassuolo, e l’adesione entusiasta di Giovanni Carnevali, AD del Sassuolo.

Sullo sfondo dell’affiliazione il progetto “Generazione S” con l’attaccante Giacomo Raspadori, appena convocato in nazionale, tra i suoi ambassador che nell’incontrare i dirigenti riccionesi ha ricordato come fin da piccolo venisse in vacanza a Riccione. Stesso discorso per mister Roberto De Zerbi, che ha pure ripercorso le sfide in campo con l’ex bomber della Cremonese Andrea Tentoni, oggi tra i responsabili del settore giovanile della Fya Riccione.

“L’obiettivo è quello di portare i valori positivi che hanno reso il Sassuolo un modello che negli anni ha attirato l’attenzione di tutto il mondo con le realtà che condividono la nostra vision ed i nostri principi – ha sottolineato l’a.d. del Sassuolo, Giovanni Carnevali -. La Fya Riccione è una sorprendente realtà che seguiamo da tempo e risponde in pieno a questo profilo, siamo convinti attraverso “Generazione S” di poter contribuire alla crescita personale e sportiva dei suoi tesserati”.

Il progetto prevede tre distinte aree di azione che poggiano sulla filosofia neroverde fatta di inclusività, rispetto ed uguaglianza sviluppando le aree educational, academy ed experience.

“Ci lavoravamo da mesi e la giornata al Mapei Football Center è stata semplicemente fantastica – racconta Francesco Cesarini, Direttore Generale della Fya Riccione -, ci riconosciamo in pieno nei valori sportivi, nella gestione economica e nella conduzione tecnica di una società modello e virtuosa come il Sassuolo. Abbiamo trovato persone competenti, professionali ma anche genuine, autentiche e soprattutto legate a Riccione. Per questo partiremo già con il Sassuolo Camp, aperto a tutti, in programma allo stadio comunale di Riccione dal 19 al 24 luglio.

L’affiliazione con il Sassuolo – prosegue Cesariniè per noi oltre che un motivo di grande orgoglio anche l’occasione di crescere ulteriormente con la nostra Scuola Calcio Èlite attraverso il progetto “Generazione S” che attiva un filo diretto con i neroverdi e il Mapei Stadium dove saremo spesso presenti con i nostri tesserati e i nostri tecnici che avranno modo di aggiornarsi e formarsi anche sui nostri campi con la presenza periodica dello staff tecnico del Sassuolo”.

“Ieri sono stato al Mapei Football Center del Sassuolo per ufficializzare l’affiliazione della Fya Riccione con il Sassuolo – commenta sul suo profilo Facebook Francesco Cesarini, Coordinatore Generale della Fya Riccione -. Un’esperienza fantastica, come tornare bambino. Tutto bellissimo, soprattutto l’accoglienza di persone protagoniste di un vero e proprio modello di calcio ad altissimi livelli, gente professionale, competente ma genuina, autentica. Tra l’altro ho avuto l’ennesima conferma che quando dici “Riccione” si accende sempre una scintilla negli occhi delle persone.

Ma la cosa che mi ha colpito di più è questa. Appena entrato nel centro, dopo aver fatto il tampone, mi sono messo in un angolo a guardare l’attaccante Giacomo Raspadori che si allenava da solo per una seduta di scarico con il preparatore atletico. L’attaccante, passandomi davanti, mi fa “Buongiorno”. Ecco io in quella battuta inaspettata ho avuto la conferma della sensazione che avevo di quell’ambiente e dei valori fondanti di quella società a cui ci siamo con convinzione legati. Poi parlando con Giacomo mi sono tolto una curiosità. Mio figlio Giovanni sosteneva di aver giocato 6-7 anni fa in spiaggia per più giornate sul “sabbione” della 104 con due fratelli che giocavano nelle giovanili del Sassuolo e allora gli ho chiesto “Sarai mica te?” E Giack mi fa “Ma certo a Riccione alla 104!”.

Ultima cosa, ieri i giornalisti chiedevano a Raspadori cosa avesse fatto subito dopo aver saputo della convocazione da parte di Mancini in Nazionale: “Ho chiamato al telefono i miei nonni”. Sipario.

PS: in foto oltre a Raspadori c’è Andrea Tentoni (ex Cremonese) ora tra i responsabili del settore giovanile della Fya Riccione. Ecco, tra i bomber trova l’intruso…”