Indietro
menu
i tesori della Regione

Emilia-Romagna e il piacere "segreto" dell'arte. Lo spot con Accorsi

In foto: riprese sotto i portici di Bologna
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 5 mag 2021 13:08 ~ ultimo agg. 14:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ha come protagonista Stefano Accorsi lo spot che promuove le città d’arte dell’Emilia Romagna. In trenta secondi di scorci di luoghi di cultura e bellezza sono diverse le istantanee anche di Rimini. Nono solo “per le notti folli” associate ad una visione dell’alto di Marina Centro e della ruota panoramica, ma soprattutto legate alla sua riscoperta identità culturale: dal maestoso interno del teatro Galli al Fulgor in cui viene proiettato un fotogramma di Federico Fellini. Lo spot gioca sul piacere segreto della cultura e dell’arte che i visitatori nascondono dietro altri piaceri più noti come le eccellenze enogastronomiche e il divertimento.

 

Da domenica 9 maggio al 5 giugno sono previsti oltre 800 passaggi tv sulle reti Rai, del digitale terrestre e satellitare (Canale 4, Rete 4, La7, TgCom24, LaEffe, Real Time, Nove, DMax, Food Network, Sky Tg 24, Sky Cinema, Sky Arte, Classica, Cine 34, Premium Cinema), con programmazione all’interno di alcune trasmissioni di intrattenimento. Il 26 maggio, ad esempio, lo spot andrà in onda su Rai Uno all’interno della trasmissione Ulisse di Alberto Angela; su Rai Tre il 15 maggio prima di Sapiens – Un solo pianeta di Mario Tozzi e, sempre su Rai Tre, il 23 e 30 maggio sarà trasmesso all’interno di Che tempo che fa di Fabio Fazio. A questi passaggi si aggiungono le messe in onda nell’ambito di Propaganda Live su La7 Fratelli di Crozza’sulla Nove.

Nel video prodotto da The Solo House, per la regia di Paolo Freschi si susseguono istantanee di piazze, porticati, chiese, teatri, cupole affrescate e sale museali da Piacenza a Rimini. Ad unire le immagini la voce e il volto di Accorsi che presenta i numeri della cultura emiliano-romagnola: 202 teatri, 530 musei, oltre 100 km di porticati e migliaia di spettacoli nelle sere destate. Nel video trovano spazio anche le eccellenze enogastronomiche dei territori che diventano il pretesto per scoprire le eccellenze culturali.