Indietro
menu
edilizia scolastica

Cattolica, la scuola Carpignola ancora più efficiente e sicura

In foto: la scuola Carpignola
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 19 mag 2021 13:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In arrivo nuove migliorie per l’edificio scolastico della Carpignola di Cattolica. A seguito di una indagine di mercato, infatti, Palazzo Mancini ha affidato nei giorni scorsi la progettazione definitiva ed esecutiva di lavori di efficientamento energetico ed adeguamento sismico della struttura. A realizzarli sarà un raggruppamento temporaneo di professionisti composto dal capogruppo ingegnere Mauro Cevoli, dall’ingegnere Andrea Amaducci e dal geologo Carlo Copioli. La spesa per la progettazione ammonta a circa 88mila euro e viene interamente coperta da un contributo che l’amministrazione comunale aveva ottenuto partecipando ad un bando del Ministero dell’Interno. Somme che Palazzo Mancini si è visto riconoscere successivamente alle verifiche di vulnerabilità effettuate a fine 2018.

Il progetto esecutivo dovrà essere redatto e presentato entro 90 giorni. Questo elaborato consentirà all’amministrazione di farsi trovare pronta a bandire i lavori di adeguamento una volta reperite le somme necessarie. Fondi che potrebbero arrivare dalla graduatoria provinciale, dove Cattolica figura in buona posizione, o attraverso la candidatura ad altri bandi. Continua, dunque, l’azione di attenzione per la massima sicurezza degli edifici scolastici cittadini.

“Verso l’edilizia scolastica – dichiara il sindaco, Mariano Gennariquesta amministrazione ha un’attenzione e sensibilità massima. Ci tengo a ringraziare gli uffici comunali che stanno operando bene in tal senso e, anche in questo caso, si sono occupati di produrre tutta la documentazione necessaria al reperimento dei fondi che ci consentono di progettare l’adeguamento dell’edificio della Carpignola. La priorità della nostra azione è quella di dare ai ragazzi la possibilità di formarsi in luoghi sicuri, accessibili, pienamente soddisfacenti per le esigenze didattiche ed efficienti dal punto di vista strutturale ed energetico”.

Notizie correlate