Indietro
menu
Fermato dalla Polizia

Ruba telefonino e aggredisce vittima e agenti. Arrestato 'finto minore'

In foto: la spiaggia libera di piazzale Boscovich
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 26 apr 2021 14:14 ~ ultimo agg. 14:15
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Domenica pomeriggio alla spiaggia libera vicina a Piazzale Boscovich, un giovane nordafricano ha rubato un cellulare e picchiato il proprietario che ha cercato di difendere il proprio telefono.
Il ragazzo vittima del furto era disteso in spiaggia con la fidanzata, ed aveva il cellulare appoggiato sul telo, accanto a lui.
Si è subito accorto del furto ed ha chiesto al ladro la restituzione dell’oggetto, bloccandolo per impedirgli la fuga. A quel punto il ladro ha cercato di fuggire colpendo la vittima con calci, gomitate graffi e morsi, senza mai lasciare la presa dal cellulare.
Avvisati dalla fidanzata della vittima, gli agenti sono intervenuti ed hanno arrestato il malvivente, su cui gravano già precedenti penale e di polizia.
L’arrestato, senza fissa dimora e senza documenti, ha dichiarato ai poliziotti di essere minorenne. Non convinti di queste parole e con l’autorizzazione del PM, i poliziotti hanno sottoposto il ragazzo all’esame auxologico al fine di accertare con esami medici l’età del ragazzo.
La strategia della minore età per evitare il carcere non è andata a buon fine: dagli accertamenti medici è risultata con certezza la maggiore età del ragazzo, il quale, scoperta la verità, ha cercato di scappare dal Pronto soccorso colpendo con una testata al petto il poliziotto che lo aveva arrestato. La fuga è durata pochi metri. Il ragazzo è stato subito fermato è portato nelle celle di sicurezza della Questura.
Dovrà rispondere dei reati di rapina, lesioni personali e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Notizie correlate
di Lamberto Abbati