Indietro
menu
Ricoveri sempre in calo

Report Ausl. Indicatori in miglioramento ma nelle scuole impennata di focolai

In foto: repertorio
di Maurizio Ceccarini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 28 apr 2021 16:06 ~ ultimo agg. 29 apr 11:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’Ausl Romagna trasmette il report sull’andamento del coronavirus relativo alla settimana dal 19 al 25 aprile, che analizza i casi dei residenti diagnosticati sul territorio romagnolo.

Nella settimana di riferimento, nel territorio dell’Ausl Romagna si sono verificate 1.976 positività su un totale di 34.798 tamponi eseguiti; si osserva quindi un tasso di positività del 5,7 per cento (rispetto al 6,9), evidenziando, anche in questa settimana, una diminuzione del trend dei nuovi casi positivi, nel territorio romagnolo. Se Rimini il 4 aprile aveva l’indice più alto di positivi sui tamponi (il 12%), il 25 risultava quella col più basso (il 5,3%, rispetto al 7,4% della settimana precedente).

In provincia di Rimini i nuovi casi sono stati 525 (rispetto a 627 della settimana precedente). I casi attivi sono scesi da 1.698 a 1.523. Oltre a Rimini (563 casi) solo Santarcangelo ha più di cento casi attivi: 124. I decessi sono stati quattordici, il numero più basso da diversi mesi a questa parte.

0202

Per quanto riguarda l’indicatore relativo alle persone ricoverate, su tutta la Romagna, a lunedì 26 aprile, si registra la quota di 341 ricoveri, con una diminuzione di 75 ricoverati rispetto alla settimana precedente, pur rimanendo l’azienda all’interno del livello rosso del Piano ospedaliero Covid. Il tasso di occupazione complessivo è in calo (-25%) da cinque settimane e anche il tasso di occupazione della terapia intensiva (-6%) è in calo da quattro settimane consecutive. La curva del numero dei decessi è in calo (-27%) da tre settimane. Salta all’occhio il dato delle scuole: in provincia di Rimini i focolai sono saliti da 6 a 22, il numero più alto tra le province romagnole.

4

“Anche il dato di questa settimana – commenta Mattia Altini, Direttore Sanitario di Ausl Romagna – ci restituisce una ulteriore flessione della circolazione del virus, in numeri assoluti, a cui si aggiunge, anche se in maniera più lenta, un calo di occupazione dei posti letto Covid e delle Terapie Intensive. Contemporaneamente procede a ritmi serrati la campagna vaccinale, che come i dati riportano ha già assicurato in Romagna, una percentuale dell’87% di copertura della prima dose alla popolazione over 80, più vulnerabile in caso di esposizione al virus. Ora per abbassare ulteriormente la circolazione del virus dobbiamo confidare nei corretti comportamenti della popolazione, e in un ingente arrivo di vaccini, che potrà consentirci una ulteriore accelerata nelle somministrazioni “.

Notizie correlate
di Redazione