Indietro
menu
nel biennio 2021-22

Provincia. Quasi 56 milioni da investire su scuole e strade

In foto: Riziero Santi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 30 apr 2021 16:07 ~ ultimo agg. 16:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo i tagli progressivi degli anni scorsi e in attesa del Recovery Plan alla provincia stanno arrivando soldi risorse ingenti per scuole e strade. Ad affermarlo il presidente della provincia Riziero Santi che insieme ai tecnici ha fatto il punto sul quadro dei fondi disponibili e degli investimenti programmati, con il problema delle poche risorse umane, “ridotte nel tempo di un terzo” che debbano progettare gli interventi e darvi esecuzione. “Mi pare che anche su questo tema critico il premier abbia lasciato balenare uno spiraglio quando ha fatto riferimento alla possibilità che, in un’ottica di collaborazione fra Stato ed enti locali, questi ultimi possano beneficiare del supporto di gruppi di lavoro e squadre per rafforzare il proprio lavoro, quando necessario, proprio alla luce delle risorse in arrivo, e io penso proprio che necessario lo sia”.

Per edilizia scolastica e viabilità 2021-22 la provincia può contare su 54.889.777 euro, di cui l’80% delle risorse di provenienza statale, il 20% dal bilancio provinciale. Nel dettaglio: 22.610.008 euro per l’edilizia scolastica, di cui 6.135.846 euro per nuove scuole, 2.808.361 euro per manutenzione e 13.666.645 euro destinati ad interventi per la sicurezza antisismica.

Tra gli interventi principali – spiega il presidente – voglio ricordare la palestra del Valgimigli che vedrà il suo definitivo completamento, nuove aule al Centro studi Colonnella, laboratori alla Tonino Guerra, i lavori di manutenzione all’Alberti e al Marco Polo, gli adeguamenti sismici degli istituti Alberti, Einstein. Savioli e Valturio”.

Per la rete viaria 32.279.769 euro, di cui 20.643.894 euro per i ponti, 815.000 euro per le frane e 10.820.875 euro per la manutenzione. “Mi riferisco, fra gli altri, agli interventi per ponte Verucchio e per i ponti sulle SSPP 76, 107, 69bis e 49.  Sui ponti, in particolare, ho maturato una precisa convinzione che è quella di procedere sì con gli interventi di emergenza ma allo stesso tempo di cambiare passo puntando alla realizzazione di interventi di demolizione e ricostruzione ex novo delle infrastrutture ormai vecchie. Partiremo con la 107 a Novafeltria, la 76 a Casteldelci e la 69 a Sant’Agata Feltria, con risorse già programmate per il triennio 2021/2023″.

Notizie correlate
di Lamberto Abbati