Indietro
menu
Prima la città, poi le strategie

Piccari (PD): subito la direzione comunale per accelerare su scelta candidato

In foto: il capogruppo Enrico Piccari
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 27 apr 2021 16:52
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il capogruppo del PD a Rimini Enrico Piccari, facendosi portavoce “della gran parte dei segretari dei Circoli e di molti consiglieri comunali di Rimini” sollecita “la convocazione immediata della Direzione per entrare sulla corsia di accelerazione che porti alla scelta del candidato sindaco!”.

“In questo momento di speranza e graduale ritorno alla normalità in cui il Governo si sta giocando la carta del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per spingere il sistema produttivo e il Paese – spiega Piccari – il Partito Democratico deve interpretare lo slancio verso il futuro con un programma elettorale innovativo e il miglior candidato sindaco a interpretarlo e portarlo avanti” esordisce senza tanti giri di parole Piccari. E’ una sfida importante quella che sta affrontando il Pd a Rimini, un percorso che ha visto concludersi la sua prima fase con la presentazione del programma elettorale nella Direzione svoltasi lunedì sera. Programma frutto di un lungo lavoro di confronto e coinvolgimento degli iscritti e dei cittadini del territorio che deve avere come base il grande lavoro fatto in questi anni, ma che deve appunto soprattutto saper cogliere la sfida del cambiamento in corso in città. Quella programmazione strategica che ha anticipato i tempi e ha messo Rimini in una posizione privilegiata rispetto alle opportunità che saranno generate dal Recovery Fund. La sostenibilità ambientale fulcro del risanamento del nostro mare, la fruizione di nuovi spazi aperti in una città sempre più verde e aperta al benessere, nuovi strumenti di partecipazione che con i forum urbani e il regolamento dei beni comuni a breve in consiglio dovranno segnare un nuovo rapporto tra il Comune e i suoi cittadini sono gli architravi di un futuro da giocarsi senza indugi e tentennamenti”.

Quindi, dice Piccari, serve dare una svolta al percorso: “ Questo grande processo di cambiamento che dovrà trovare nuova linfa e prospettive nel programma del Partito Democratico non può essere interrotto dalla difficoltà della classe dirigente nello scegliere e definire il percorso per individuare il candidato sindaco. Servono responsabilità e consapevolezza nell’individuare il campo da gioco e le regole con cui si andranno a definire le candidature: tergiversare ulteriormente dà solo adito a inutili discussioni e tensioni interne”.

“L’obiettivo è vincere le amministrative del prossimo autunno per non lasciare Rimini in mano alla destra – conclude Piccari – e questo si può fare solo se prima delle tattiche e delle strategie vi è la chiara intenzione di mettere davanti il futuro della nostra città: come hanno chiesto a gran voce molti consiglieri comunali e segretari di circolo, è quindi fondamentale convocare una Direzione comunale entro pochi giorni per mettere a frutto l’enorme lavoro fatto sul programma da iscritti e cittadini capendo realmente quali siano le candidature in campo e il percorso migliore da intraprendere.”