Indietro
menu
in manette 52enne

Perde la testa e massacra di botte i genitori. I carabinieri evitano la tragedia

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 28 apr 2021 15:18 ~ ultimo agg. 29 apr 11:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Da tempo vive sulle spalle dei genitori che lo hanno sempre trattato con amore e aiutato in tutto, anche economicamente, nonostante il suo carattere fumantino e l’abuso di alcol, un connubio che in passato lo aveva portato a sfogare le sue frustrazioni proprio su di loro.

Nell’ultimo periodo, però, il figlio, un 52enne cattolichino, ha perso letteralmente la testa arrivando allo scontro non solo verbale ma anche fisico con gli anziani genitori. Ieri pomeriggio, dopo l’ennesima lite per futili motivi, il 52enne si è scagliato prima contro il padre 83enne, poi contro la madre 77enne. Spintoni e schiaffi conditi da insulti e minacce varie. La coppia, davanti all’aggressività del figlio, si è difesa come ha potuto, poi ha allertato i carabinieri di Cattolica che in passato erano già intervenuti per sedare altri litigi.

Per fortuna il loro intervento è stato tempestivo ed ha evitato che l’aggressione potesse trasformarsi in tragedia. Il figlio è stato bloccato e condotto in caserma, mentre gli anziani genitori sono stati accompagnati all’ospedale Ceccarini di Riccione per accertamenti. Entrambi, da referto, hanno avuto 25 giorni di prognosi. La madre ha un dito del piede fratturato, un paio di costole incrinate e un trauma facciale. Il marito, invece, ha riportato la frattura di un dito di una mano, ecchimosi al volto e un trauma cranico.

Una volta dimessi, gli anziani genitori sono stati ascoltati dai carabinieri fornendo la loro ricostruzione sui reiterati maltrattamenti avvenuti negli anni e mai denunciati per amore del figlio. Che ora si trova in carcere a Rimini.

Meteo Rimini
booked.net