Indietro
menu
il videomessaggio

Indino (Silb) al ministro Speranza: non addossare colpe a discoteche

In foto: GIanni Indino
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 15 apr 2021 15:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente regionale del sindacato dei locali da ballo (Silb), Gianni Indino, affida ad un videomessaggio la risposta ad alcune dichiarazioni del ministro Speranza sulle discoteche. Sul fatto che la loro riapertura non sia una priorità, Indino ricorda che ci sono però 300mila famiglie in Italia che vivono proprio grazie ai locali. Il presidente del Silb ribatte anche all’affermazione secondo cui la riapertura delle discoteche sarebbe stata la causa dell’esplosione di contagi in Sardegna nell’estate 2020. “Mi sembra – dice Indino – che negli ultimi 20 giorni, quando la Sardegna è passata dal bianco al rosso, le discoteche non fossero aperte. Meglio non addossare responsabilità a chi non ne ha.

Notizie correlate