Indietro
menu
con vertici regionali e locali

Incontro in Regione con Figliuolo. Vaccinazioni eseguite contino per riaperture

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 9 apr 2021 16:01
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un incontro per fare il punto sulla campagna vaccinale. Questa mattina il commissario straordinario per l’emergenza, Francesco Paolo Figliuolo, e il capo dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio hanno avuto un confronto con i vertici regionali e con gli amministratori dei comuni dell’Emilia Romagna.

Grazie al vaccino – ha detto la presidente dell’Assemblea Legislativa Emma Petittistiamo iniziando a intravedere la luce in fondo al tunnel dopo un anno difficile dal punto di vista sanitario, sociale ed economico. È importante procedere spediti in modo da poter arrivare all’estate con una copertura quanto più estesa possibile. Nella lotta alla pandemia la campagna vaccinale ci consentirà, per poter tornare gradualmente alla normalità, di programmare le riaperture e dare una boccata d’ossigeno a intere categorie che da un anno a questa parte hanno lavorato a singhiozzo o hanno dovuto addirittura chiudere”.

All’incontro era presente anche il sindaco di Rimini Andrea Gnassi: “Quello che ho detto al Commissario straordinario è che adesso il famoso ‘cambio di passo’ nella gestione della campagna vaccinale va concretizzato e non solo evocato. Quindi le richieste di noi sindaci dell’Emilia Romagna al Governo, in questa fase, sono tre e molto semplici: 

  • Forniture, forniture, forniture di vaccino. 
  • C’è adesso una chiara indicazione da parte del Governo centrale sul vaccinare prioritariamente anziani e persone fragili. Le coordinate chiare vanno benissimo 
  • Le vaccinazioni già eseguite devono rientrare negli indici di valutazione propedeutici alle riaperture. Via via che ci si libera dal Covid con la progressione delle vaccinazioni devono altrettanto progressivamente essere programmate le riaperture. Questo consentirà di dare fiato e fiducia a una economia in gravissima difficoltà, soprattutto una economia come quella della nostra Riviera fondata sul turismo che è sicuramente il comparto più colpito e devastato dagli effetti della pandemia“.
Notizie correlate
di Redazione