Indietro
menu
Questione etica

Casco salvavita, intervista al dottor Nardi. Su vaccino: giusto obbligo per sanitari

In foto: il dottor Giuseppe Nardi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 2 apr 2021 11:46 ~ ultimo agg. 15:42
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un casco salvavita. Il particolare respiratore, che all’ospedale Infermi si usava già prima del covid, durante la pandemia ha permesso di ridurre del 40% il numero dei pazienti intubati. Un risultato attestato da uno studio pubblicato sul prestigioso Journal of the American Medical Association e ne quale si racconta anche l’esperienza riminese. A Tempo Reale (Icaro) ne ha parlato l’ex primario (andato in pensione da appena un paio di settimane) della Terapia Intensiva dell’Infermi Giuseppe Nardi. Il dottor Nardi ha detto la sua anche dell’obbligo vaccinale per i sanitari introdotto dal nuovo decreto del Governo: “sono assolutamente d’accordo, non è etico che si mettano a rischio altri essere umani per le proprie scelte” – ha spiegato -. Le libere scelte devono avere dei limiti perché se per lavoro devo trattare delle persone fragili che dalle mie decisioni possono trarre nocumento, allora non c’è più il mio libero arbitrio. Se ho un’etica morale sono obbligato a farla (ndr la vaccinazione). Altrimenti è giusto che qualcuno me lo imponga o in alternativa che trovi un altro lavoro.” 

Notizie correlate