Indietro
menu
cimeli, divise e libri

Saludecio omaggia Anita Garibaldi e rilancia la mostra al Castello

In foto: Il sindaco Polidori e l'assessore Fronzoni
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 11 mar 2021 13:40
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Saludecio sta lavorando ad una serie di incontri per ricordare Anita Garibaldi. “Donna di grande valore storico, sociale e culturale del diciannovesimo secolo ed in particolare del Risorgimento Italiano, esempio di coraggio, libertà e di emancipazione – spiega Gigliola Fronzoni, assessore alla Cultura del Comune di Saludecio – la nostra scelta è legata alla splendida mostra-museo che si trova a Saludecio, nei locali più belli e significativi dell’antico Castello Malatestiano dedicata a Giuseppe Garibaldi, in particolare e al Risorgimento”.

Nella mostra si trovano cimeli storici, divise, armi, editti, ceramiche, una biblioteca con oltre 400 libri, il carteggio tra l’eroe italiano e Victor Hugo, e tra i quadri spicca proprio un bel ritratto d’epoca di Anita. “La mostra – museo – aggiunge l’assessore – , di proprietà del saludecese Michele Ottaviani, da ben 14 anni è affidata al Comune, tramite una convenzione gratuita, il Comune la custodisce gelosamente. Chi conosce a fondo la storia di Anita Garibaldi afferma che con i suoi gesti, le sue battaglie al fianco del marito e le doti innate di moglie e di madre esemplare, fosse davvero unica: esempio di libertà, di coraggio e di dedizione, che non esitò a lasciare il sole e il caldo del Brasile per seguire il Generale che ha amato alla follia e mai tradito, per venire a combattere e a morire nelle paludi tristi e malsane della Romagna”.

Notizie correlate
di Redazione   
Meteo Rimini
booked.net