Indietro
lunedì 17 maggio 2021
menu
Sinergia per il turismo

Rinascita Basket Rimini e Visit Rimini insieme per promuovere la città

di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 12 minuti
mar 30 mar 2021 15:40 ~ ultimo agg. 31 mar 16:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 12 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Presentata nel primo pomeriggio la sinergia tra Rinascita Basket Rimini e Visit Rimini: il marchio di promozione della città di Rimini è già presente sulle canotte biancorosse. Ma il progetto è molto più ampio e partirà venerdì in occasione delle Final Eight di Coppa Italia, che saranno ospitate a Cervia e Rimini.

Simone Campanati, responsabile comunicazione Rinascita Basket Rimini. “Territorio, passione e identità sono le tre parole utilizzate da RBR, mai come oggi queste tre parole trovano significato nella loro essenza. In questa conferenza stampa vogliamo presentare la sinergia che si crea in maniera ancora più forte con la città di Rimini attraverso un rapporto di amicizia, di passione, di “riminesità” con Visit Rimini. Abbiamo fatto tanto in questi nostri primi anni di vita per raccontare il nostro territorio attraverso lo sport”.

Davide Turci, direttore sportivo di RBR: “Voglio ringraziare tutto l’entourage di Visit Rimini per questa collaborazione, che è sentita da entrambi. La prima volta che ho parlato con Valeria, Manuela, Marina avrei potuto già fermarmi che l’accordo era già fatto perché parlavamo la stessa lingua. Io sono un appassionato di basket, sono un albergatore e sono innamorato di questa città. Volevo a tutti i costi il marchio di Visit Rimini sulle nostre canotte perché penso che avremmo potuto fare di più per la nostra città: quel nome, Visit Rimini, ha una “call to action” chiara: “visita Rimini”. Noi abbiamo l’onore e l’orgoglio di portare in giro per l’Italia il nome della città di Rimini. Noi siamo riconosciuti dappertutto come la patria dell’accoglienza e dell’ospitalità. L’idea è molto semplice: noi giochiamo le partite contro una squadra da sempre vista come l’avversario, ma noi accogliamo l’avversario come fosse un nostro ospite. Accogliere i nostri avversari con un pacco di piada, un buon vino, una card, una notte in albergo… per far capire loro che qui siamo a Rimini. Se vince Visit Rimini vincono tutti i nostri sponsor, vincono tutti i nostri soci… perché per noi è importante che si parli di Rimini e in positivo. Gli amici di Visit Rimini stanno raccontando il cambiamento di Rimini. Noi abbiamo sempre cercato di abbinare il nostro giocatore all’Arco d’Augusto e alle cose che stanno cambiando in città. Ogni volta che ci sarà una squadra avversaria che verrà a giocare a Rimini partiremo con una comunicazione integrata, raccontando com’è cambiata e come cambierà la nostra città. La sinergia partirà in occasione della Coppa Italia con Rimini che ha l’onore di ospitare le migliore otto squadre d’Italia, anche Rimini fortunatamente fa parte di queste squadre e venerdì omaggeremo i nostri avversari”.

Valeria Guarisco, destination manager Visit Rimini: “Questa sinergia vuol dire interpretare il territorio e interpretarlo con una squadra di giovani atleti. Rimini ha la fortuna di avere una bella squadra, dinamica, energica e che è in grado di portare con sé il nome della città in tutta Italia. Noi abbiamo accolto con RBR questa opportunità di promuoverci attraverso lo sport. Lo sport è uno degli obiettivi dati dalla nostra città e dalla nostra regione. Questa città è cambiata tanto ed è evoluta nel segno dello sport: c’è il lungomare, l’invaso del Tiberio, anche le spiagge, con la possibilità di praticarvi sport tutto l’anno. L’idea di lavorare con RBR per noi è un grande stimolo e un grande piacere. Vorrei ringraziare i nostri sponsor. Ci sono già tante attività in cantiere che a breve saranno presentate. I giocatori sono interpreti e narratori della nostra città in tutti i suoi angoli attraverso lo sport. Noi vogliamo che gli avversari di RBR portino a casa i sapori di Rimini e ritornino con le loro famiglie e i loro amici. Rimini c’è, vuole fare accoglienza in questo modo”.

Gian Luca Brasini, assessore allo Sport del Comune di Rimini: “Il tema dello sport come volano di marketing territoriale credo sia una cosa che caratterizzi la nostra destinazione non da oggi, ma da diverso tempo. Anche in collaborazione con la Regione Emilia Romagna abbiamo costituito una vera e propria sport commission che ha istituzionalizzato l’acquisto di una serie di eventi. Oggi fare politiche di sostegno agli eventi potrebbe sembrare folle. Stiamo già organizzando la Volleyball Nations League, con oltre 32 nazioni partecipanti chiuse in una bolla replicando il modello di Orlando per l’NBA. Questo tema della sicurezza oggi incide sui valori in campo. Questa è una bellissima iniziativa: Visit Rimini è appena nata, RBR si sta affacciando sul panorama nazionale. Mi diceva Davide che eravamo fino a poco tempo fa (prima della chiusura al pubblico dei palasport, ndr) il primo pubblico della serie B e al Flaminio daremo nuova vita con i lavori che stiamo facendo. Auguro alla nostra compagine i massimi successi: è un modello di società che va oltre il classico e ormai sterile modello della società di provincia che vive della passione di un imprenditore. RBR ha uno sguardo più lungo e a noi è uno sguardo che piace tantissimo”.

Riprende la parola Davide Turci: “Voglio ringraziare Gian Luca per quanto detto sul nostro progetto. Noi lavoriamo tutti i giorni per andare al di là della vittoria o della sconfitta, sempre all’insegna di quelle tre parole: territorio, passione, identità. Avevamo così tanta fiducia che avevamo già stampato sulle nostre maglie il logo Visit Rimini. Questo rapporto può solo crescere e vogliamo che tutti i riminesi sappiano quello che sta facendo Visit Rimini perché se ami Rimini e ami il basket devi amare tutto quello che viene fatto per valorizzare la nostra città. Da venerdì ci saranno altre novità, che non sveliamo in anteprima”.

Ancora Valeria Guarisco. “Stiamo lavorando tanto e sodo, ma ne vale la pena perché raccontare questa città è fantastico. Anche per noi questo lavoro è una passione. L’energia ce la mettiamo tutti i giorni. Anche questo accordo con RBR è stato fortemente voluto”.

C’è un accordo anche di natura economica? “C’è un accordo economico, che per noi è fondamentale, ma c’è qualcosa che va oltre questo accordo – risponde Davide Turci -. Vedere il giocatore di pallacanestro che fa uno scatto mentre gioca con un bambino in una delle nostre nuove aree wellness è una cosa fantastica. È l’inizio di una collaborazione che va decisamente oltre il semplice aspetto economico. Qui si parla di un progetto ambizioso: si parla di utilizzare una squadra di pallacanestro per promuovere la nostra città”.

Visit Rimini si augura che la promozione sia valida già per l’estate 2021? “Sicuramente sì, con le dovute accortezze – dice Valeria Guarisco -. Ci sarà questo grande evento che durerà un mese nella bolla. Abbiamo già ospitato in città un altro evento di volley (le finali di Coppa Italia di A1 e A2 femminili Frecciarossa, ndr). Lo sport sta cambiando pelle e serve un’assistenza perché tutto si possa svolgere nel migliore dei modi. Noi chiederemo ai giocatori di essere disponibili nel farsi interpreti della città. Sarà una campagna in cui noi utilizziamo lo sport per far capire quanto Rimini punti sullo sport. Sono questi i due livelli: il problema del rispetto dei protocolli e una promozione che sarà incentrata sulla squadra di basket e che racconterà la città”.

L’accordo avrà una durata pluriennale? “Quando ci si siede e si parla la stessa lingua non ci sono scadenze – risponde Davide Turci -. Abbiamo le stesse finalità: portare valore al territorio di Rimini; è un accordo che andrà avanti negli anni. C’è un’idea che va oltre gli accordi classici”.

LA NOTA DI VISIT RIMINI
Territorio, passione, identità. Questi sono i concetti in comune tra VisitRimini e Rinascita Basket Rimini, che stanno alla base della partnership siglata tra le due realtà riminesi. Una partnership che non si concretizza solo con il logo della DMC sulla maglia dei giocatori della squadra, ma che va oltre. La collaborazione tra VisitRimini e Rinascita Basket Rimini fa leva sull’immagine positiva di sport e benessere che scaturisce dagli atleti del basket RBR associati ai diversi luoghi della città, per promuovere il nuovo impulso, ottenuto con le trasformazioni innovative cittadine che sono sotto gli occhi di tutti.

Una campagna di promozione energetica e coinvolgente, online e offline, sarà animata dai testimonial di eccezione che daranno prova di come il connubio Rimini e sport sia ormai una realtà di fatto. Oltre allo sport, un altro tema cardine della collaborazione è l’accoglienza, attraverso un dono alle squadre ospiti del campionato da parte dei giocatori di Rinascita Basket Rimini, a sottolineare il benvenuto in città e per offrire un assaggio di “riminesità”: un tuffo nei sapori, nei profumi e nelle esperienze del capoluogo romagnolo. Il ringraziamento va alle aziende locali che credono nell’importanza dell’operazione accoglienza: Birra Amarcord, Cantina Fiammetta, Tenuta San Valentino, Caffè Pascucci, Dalla Lella Piadineria Rimini, Rimini Terme.

Inoltre verranno consegnati ai giocatori buoni sconto per una vacanza a Rimini, completa di pernottamento ed esperienze, come invito a tornare e godersi la destinazione in totale relax. Rimini da sempre è considerata come la patria dell’accoglienza: questa operazione serve per rafforzare e sottolineare questa vocazione.

L’occasione del benvenuto speciale sarà offerta il prossimo 2 aprile, in occasione della partita in casa di Coppa Italia, evento nazionale che vedrà sfidarsi al Palasport Flaminio le migliori otto squadre di Italia del campionato di serie B.

“Rimini ha sempre messo al primo posto l’obiettivo di essere una località dove lo sport e l’attività fisica a tutti livelli rappresentano una parte essenziale del nostro stile di vita e anche e soprattutto un importante prodotto turistico – sottolinea Marina Lappi, membro del consiglio di amministrazione di VisitRimini –. Il Basket Riminese è da sempre uno dei cuori pulsanti della nostra città, luogo di amicizie, salute , competizione e crescita per i nostri giovani. Ritengo che questo bellissimo connubio rivolto alla promozione della nostra città, fra Rinascita Basket Rimini e VisitRimini, sia, in un momento così complesso, un progetto importante e un nuovo modello di crescita per una città che ambisce ad essere un riferimento per lo sport, il benessere e la qualità della vita, nazionale ed europea”.

“Per noi è un onore ed un motivo d’orgoglio avere il logo di VisitRimini sulle nostre maglie – afferma Davide Turci, Direttore sportivo di RBR ed albergatore riminese –. Abbiamo una grande responsabilità nel portare in giro per l’Italia il nome di Rimini e lo facciamo sempre con tanta passione ed attaccamento. Vorremo fungere anche da volano per tutto il nostro territorio utilizzando la squadra di basket per un progetto vero e proprio di marketing territoriale. Accogliere il nostro avversario come se fosse un ospite, lasciandogli in mano un ricordo tangibile di Rimini è stata l’idea che ha fatto nascere questa bellissima collaborazione. Un grazie di cuore a VisitRimini per aver creduto in questo progetto”.

LA NOTA DI RINASCITA BASKET RIMINI
RivieraBanca Basket Rimini è entusiasta di annunciare la sinergia con Visit Rimini per consolidare ancora di più il comune impegno di valorizzare il nostro territorio.

L’accordo è stato ufficialmente presentato oggi alle 14.30 in una conferenza stampa via Zoom, condotta dal nostro responsabile marketing Simone Campanati, alla quale hanno partecipato il nostro DS Davide Turci in rappresentanza della Società, Valeria Guarisco (Destination Manager Visit Rimini), l’Assessore allo Sport Gian Luca Brasini ed Antonio Carasso (Promozione Alberghiera).

La conferenza è stata trasmessa anche in diretta sulla nostra pagina Facebook Rinascita Basket Rimini e può essere rivista in qualsiasi momento.

“Voglio ringraziare tutto l’entourage di Visit Rimini per questa collaborazione che è sentita da entrambi – esordisce Davide Turci. – Le prime volte che ho parlato con Marina, Valeria e Manuela e ho raccontato loro di ‘Territorio, Passione e Identità’ potevo già fermarmi lì ed andare via che l’accordo era già fatto perché parlavamo esattamente la stessa lingua. Volevo in tutti i modi il logo di Visit Rimini sulle nostre maglie perché ho sempre sognato e pensato che noi come squadra di pallacanestro della nostra città potevamo fare molto di più. Visit Rimini ha una ‘call to action’ molto chiara, e come dicono loro ‘sogna Rimini 365 giorni l’anno’: noi abbiamo l’onore e l’orgoglio di portare in giro per l’Italia il nome della città di Rimini. La partnership era abbastanza scontata, abbiamo fatto di più perché Rimini è universalmente conosciuta come la patria dell’accoglienza ed ospitalità: noi accogliamo l’avversario come fosse nostro ospite, abbracciandolo e facendolo sentire a casa dandogli in cambio qualcosa del territorio. A Rimini si vive di turismo 365 giorni l’anno, oggi la pallacanestro è un pretesto che per noi è importante contestualizzare in tutto quello che succede: se vince Rimini e se vince Visit Rimini vincono anche tutti i nostri soci, sponsor e tifosi perché noi abbiamo l’ambizione ed il sogno di creare un indotto che vada oltre in modo che si parli di Rimini a prescindere con positività. Visit Rimini sta raccontando il cambiamento della città con grande professionalità, noi da sempre con video e storie abbiamo cercato di abbinare il giocatore di pallacanestro con le innovazioni della città: questo per noi è un connubio molto naturale, la ciliegina sulla torta è avere l’orgoglio di avere il nome di Visit Rimini sulle maglie da gioco ed il loro logo nelle nostre comunicazioni. Ogni volta che ci sarà una squadra avversaria che verrà a giocare a Rimini partirà una comunicazione integrata per andare a raccontare cos’è Rimini, com’è cambiata e come cambierà sempre con alla base la parola ospitalità. Partirà con l’occasione della Coppa Italia, venerdì Rimini avrà l’onore e l’orgoglio di ospitare le migliori otto squadre d’Italia e fortunatamente anche noi come RBR ne faremo parte: proprio da venerdì cominceremo con l’omaggio alle squadre presenti.”

“Anche noi siamo orgogliosi di partecipare a questa partnership – prosegue Valeria Guarisco. – Interpretare il territorio attraverso una squadra di giovani atleti è la cosa più bella che c’è: lo sport è un argomento di promozione assolutamente positivo e premiante per una destinazione. Noi abbiamo accolto con RBR questa opportunità di promuoverci attraverso lo sport, uno degli obiettivi che ci sono stati dati sia dal Comune che dalla Regione perché tutti insieme siamo allineati nel pensare alla nostra destinazione come un luogo ideale per fare sport. Vogliamo associare i giocatori ad ogni angolo della città: questa è una città che è cambiata tanto, s’è evoluta nel segno del wellness e dello sport. Questo è un obiettivo che va nella direzione della promozione di Rimini per 365 giorni l’anno, l’idea di lavorare con RBR per noi è stato un grande stimolo ed è tutt’ora un grande piacere, ma anche di più: siamo riusciti a mettere a sistema questa idea di accoglienza e promozione attraverso lo sport con diversi operatori del territorio che hanno creduto che il modo migliore per far conoscere Rimini è accogliere con i prodotti tipici ed i servizi che vengono offerti. Vorrei qui ringraziare i nostri sponsor che hanno dato la loro adesione al progetto, questa è solo la fase iniziale: Birra Amarcord, Cantina Fiammetta, Tenuta San Valentino, Caffè Pascucci, Dalla Lella Piadineria Rimini,Rimini Terme. Saranno accolti i nostri ospiti che avranno la possibilità di avere delle scontistiche su una vacanza a Rimini per invitarli a ritornare: adesso sono qui concentratissimi sulla loro attività porteranno a casa i sapori di Rimini, poi però vogliamo che ritornino con più relax insieme a famiglia o amici. Questa iniziativa del ‘Welcome Gift’ partirà con la prossima Coppa Italia, motivo per cui abbiamo voluto fare oggi questa conferenza per informare tutti gli ospiti, i giornalisti sia sportivi che della cronaca e per dare un segnale forte alla vigilia di una Coppa nazionale: Rimini c’è e vuole fare accoglienza in questo modo.”

“Il tema dello sport come volano di marketing territoriale credo sia qualcosa che caratterizza la nostra destinazione non da oggi, ma da diverso tempo – questo l’intervento di Gian Luca Brasini. – Grazie alla collaborazione soprattutto della Regione Emilia-Romagna è stata costituita una vera e propria ‘Sport Commission’ che oggi di fatto ha istituzionalizzato un meccanismo di acquisizione di eventi e sostegno allo sport, inteso anche come vetrina e non solo: la ricaduta economica che le manifestazioni sportive veicola sul nostro territorio ci pone al primo posto in Italia da diversi anni. Fare politiche di sostegno agli eventi potrebbe sembrare folle oggi: la manifestazione che abbiamo in animo di realizzare tra maggio/giugno, la Nations League di volley, con oltre 32 nazioni ospitate in una bolla che avrà a modello Orlando per le fasi finali dei playoff NBA realizzati durante il 2020, lo replicheremo con la Fiera di Rimini per rendere l’evento sicuro. Il tema della sicurezza oggi incide su come lo sport riesce poi a convertire quella forza mediatica in economia. Visit Rimini è appena nata, RBR si sta affacciando nel panorama dello sport nazionale: eravamo il primo pubblico di tutta la B italiana al Flaminio, cui daremo una nuova vita con gli interventi che stiamo facendo. Ci sono tutti i presupposti affinché quando si ripartirà noi saremo di nuovo ai vertici, sicuramente nell’aspetto turistico e ci auspichiamo anche in ambito sportivo: RBR è un modello di Società che va oltre il classico ed ormai sterile modello della Società di provincia che poi nasce e vive in funzione di passione di qualche imprenditore, questo invece ha uno sguardo molto più lungo e che a noi piace tantissimo.”

“Noi ci scervelliamo ogni giorno per far capire che dobbiamo andare oltre alla semplice vittoria/sconfitta – prende nuovamente la parola Davide Turci. – Cerchiamo sempre un nuovo modo di comunicare con i nostri soci e sponsor partendo sempre da quelle tre parole magiche: territorio, passione, identità. Noi avevamo talmente tanta fiducia in questo rapporto con Visit Rimini che avevamo già stampato sulle maglie il loro logo perché a prescindere che andasse bene o male l’accordo noi comunque volevamo Visit Rimini sulle divise. Per fortuna è andato tutto molto bene ed oggi ci troviamo insieme a Valeria a parlare di un progetto che può solo crescere, e soprattutto vogliamo che tutti i nostri tifosi e riminesi sappiano quello che sta facendo Visit Rimini nel raccontare il nostro territorio nel modo più giusto. Da venerdì ci saranno ulteriori novità che non verranno svelate in anteprima, ma sarà sicuramente una Coppa Italia all’insegna dell’accoglienza ed ospitalità.”

“Stiamo lavorando tanto e sodo – così ancora Valeria Guarisco. – È vero siamo appena nati, ma stiamo cercando di farci strada e farci conoscere perché ne vale la pena: promuovere questa città è qualcosa di fantastico, è una città cambiata tanto, dinamica e che ha appeal. Anche per noi il nostro lavoro è una passione, ci mettiamo sempre energia tutti i giorni: questo accordo con RBR dimostra la nostra determinazione, Davide sa che non è stato facile ma l’abbiamo fortemente voluto. Ringrazio Marina Lappi che ha seguito tutte le fasi dell’accordo ed è riuscita ad arrivare fino in fondo; siamo proprio al via, anche se siamo stati presenti durante tutta la stagione sulle maglie.”

Spazio poi alle domande dei giornalisti presenti alla conferenza, sia sportivi che di cronaca, a cui hanno risposto Davide Turci e Valeria Guarisco.

“C’è un accordo anche economico, ma questa partnership è qualcosa che va oltre – questa la risposta di Davide Turci. – Noi diamo a disposizione tutto il nostro potenziale così che Visit Rimini lo utilizzi nel miglior modo possibile, è l’inizio di una partnership che va oltre al semplice aspetto economico: qui si parla di utilizzare una squadra di pallacanestro per promuovere una città.”

“Lo sport può tornare ad essere un volano turistico già da quest’estate, ovviamente con le dovute accortezze – dichiara Valeria Guarisco. – Come anticipava l’Assessore ci sarà questo grande evento che durerà un mese completamente nella bolla, due settimane fa abbiamo ospitato in città un evento per il volley e sono stati posti in essere protocolli molto rigorosi. La nostra iniziativa di comunicazione e promozione con i giocatori della squadra sarà oggetto di una campagna sui social media, chiederemo ai giocatori di essere disponibili nel farsi interpreti della città. Utilizziamo lo sport per far capire quanto Rimini sia dedita allo sport sfruttando la possibilità di girare immagini all’aperto. Rimini ha dimostrato di saper affrontare il problema del rispetto dei protocolli con l’ultimo campionato volley, dall’altra parte ci sarà una promozione incentrata sulla squadra di basket che racconta la città.”

“Quando si parla la stessa lingua non c’è bisogno di mettere delle scadenze, abbiamo tutti e due lo stesso obiettivo – afferma Davide Turci. – Vogliamo portare indotto e visibilità e provare a fare in modo che Rimini nella sua bellezza sia sempre più raccontata. C’è un’idea che va oltre gli accordi classici, ci stiamo impegnando per dare ancora più visibilità. Visit Rimini sui social ha fatto una crescita incredibile, hanno avuto la lungimiranza di investire sulle campagne social. È una partnership vera, sana, bella e voluta da entrambi: vogliamo portare valore al territorio di Rimini, questo è l’obiettivo di entrambi.”

“Noi ci siamo per la promozione della città – conclude Valeria Guarisco. – Tutte le occasioni per poter fare promozione e far vedere quant’è bella Rimini per noi sono buone, è quello per cui siamo nati ed è soprattutto la nostra passione.”

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
VIDEO
di Icaro Sport
FOTO