Indietro
menu
'Occasione da non perdere'

Piscina al parco don Tonino Bello. A Viserba una raccolta firme a favore

In foto: Il parco don Tonino
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 10 mar 2021 13:59 ~ ultimo agg. 16:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Se nelle settimane scorse da Viserba sono arrivate voci per chiedere di portare la piscina in un’altra collocazione, sempre in zona, a Viserba ora parte anche una petizione a sostegno della collocazione al parco don Tonino Bello, quella prevista dall’Amministrazione Comunale. A promuoverla è il gruppo La Viserba che vorremmo con una raccolta firme attiva sul sito change.org
Si tratta di un progetto che non pregiudicherebbe il verde della zona, anzi lo incrementerebbe – spiegano i promotori – con la richiesta all’Amministrazione Comunale dell’acquisizione di un’altra importante area verde adiacente.


Questa la motivazione della petizione:

“Noi diciamo Si alla piscina a Viserba. Diciamo si perché il progetto è valido, perché aspettiamo la piscina a Viserba da decenni e perché il parco sarà ampliato e non ridotto. Diciamo si perché dopo quello che abbiamo subito in termini urbanistici una piscina ce la meritiamo. L’area in questione è di 26mila metri compresi il parco, la falesia e lo stradone mercatale intorno. Il parco ad oggi è di circa 11mila mq e diventerà di 13mila mq, sarà quindi 2000 metri più grande di oggi perché buona parte dello stradone mercatale che lo circonda scomparirà per lasciare spazio al verde. In più ci saranno la piscina e il verde attrezzato.

Questo è il progetto.

Oltre a questo abbiamo chiesto all’amministrazione, ma qui non siamo più nel progetto ma nelle cose da valutare con più tempo, di acquisire l’area verde a fianco del parco, altri 7000 mq. Avremo in questo modo tra il parco Don Tonino Bello e il parco che nascerà in Corderia, due polmoni verdi di 20.000 mq ciascuno che sarebbero tanta roba per Viserba e i viserbesi e che cambierebbero in meglio la nostra qualità della vita e ci darebbero nuovo smalto, togliendoci di dosso anche l’etichetta di quartiere dormitorio. Vi fa schifo avere dai 2000 ai 9000 mq di parco in più di oggi e una piscina? Un conto sarebbe stato fare la piscina al posto del parco, un altro è fare la piscina e avere un parco più grande di quello di oggi, non perdiamo questa occasione!!!”

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione