Indietro
menu
Verso le amministrative

Paesani: pronto a confrontarmi con chiunque, serve possibilità di investire non sussidi

In foto: Lucio Paesani
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 7 mar 2021 19:31 ~ ultimo agg. 16 apr 16:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Lucio Paesani interviene per chiarire il ruolo suo e della sua lista in vista delle prossime amministrative: col centrodestra ci sono stati incontri per capire la proposta e il percorso, che al momento però lasciano all’imprenditore riminese diverse perplessità. Paesani si dice pronto a confrontarsi con chiunque sia intenzionato a lavorare per dare un futuro a Rimini.
“Forse NON SARÒ UN BUON POLITICO – scrive Paesani in una nota – ma nella mia vita HO DECISO PRIMA DI TUTTO DI ESSER PERSONA LEALE. Qualcuno va ancora in giro a dire che la LISTA “PAESANI”, alla fine sosterrà il centro destra, se per centro destra si intende il CAMBIAMENTO, può essere.. Se invece si pensa che le decine di stimate persone, che commercianti, autonomi, professionisti, che mi hanno affiancato per cambiare faranno la Tifoseria.. allora si è DESTINATI AD UN BRUSCO Risveglio. Partecipai a due riunioni del CDX, per capire se era maturata la voglia di INCLUDERE, di AGGREGARE…di Vincere ! Dopo un iniziale attivismo che mi aveva regalato fiducia, devo dire che mi sembra abbiano prevalso le posizioni di pochi IO, pronti a barattare la vittoria con un manifesto ed un seggio in consiglio.
Pochi IO M, che escludono, dividono e, storicamente lo possiamo dire, Perdono! A quel gioco li.. NOI NON Giochiamo! 
Prosegue Paesani: “Il dibattito CIVICO/ POLITICO, mi annoia. Servono soluzioni, idee, visione, ma soprattutto coraggio e capacità d’azione, perché “ha detto il dirigente che NON SI PUÒ FARE..” non ce lo possiamo più permettere!  Lo dice SEMPRE qualche assessore SENZA Idee. Il leader lo decide il campo!  Non le targhette sulla porta dell’ufficio. 
L’ho già detto! PRONTO A CONFRONTARMI CON CHIUNQUE! Ed anche a sostenere lealmente chi DIMOSTRERÀ DI PESARE DI PIÙ.. non ad inchinarmi ad una targhetta. Ci confronteremo anche con chi ha accompagnato AD una vita da impiegato un ONESTO DOPO LAVORO …D’OPPOSIZIONE.
Faremo anche finta di nulla, dinanzi alla velleità Di DAR patenti di “autorevolezza” agli altri… 
Ma quel gioco li.. Non basta più.. non ce lo possiamo più permettere.. Non ci interessa. NON REGALERÀ UN FUTURO AI RIMINESI DI DOMANI.
E se questo significa non SCALDARE IL CUORE .. amen! Ci basta come stiamo vedendo, scaldare il cuore di chi è STANCO DEI TEATRINI! DI CHI CHIEDE DI LAVORARE, di chi chiede sicurezza e benessere, di chi non vuole sussidi MA POSSIBILITÀ DI INVESTIRE CHE OGGI GLI SONO Negate! “
Notizie correlate
di Redazione