Indietro
menu
Alleanze e coalizioni

Elezioni. Frisoni (Rete Civica): "appello agli amici di Patto Civico"

In foto: Davide Frisoni
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 14 mar 2021 10:22 ~ ultimo agg. 10:23
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il consigliere comunale riminese Davide Frisoni, che da qualche mese ha abbandonato la maggioranza per abbracciare il progetto di Rete Civica Rimini, ha deciso di lanciare un appello agli ex colleghi di Patto Civico con cui fu eletto nel 2016: abbandonate – dice – l’alleanza con il Pd che vi considera ininfluenti ed è impegnato “in una guerra interna senza esclusioni di colpi” ed entrate in questo “nuovo progetto che porterebbe un ricambio vero per Rimini e realizzerebbe un sogno che i riminesi aspettano da sempre.” Frisoni cita anche l’ingresso degli esponenti del M5S nella giunta Zingaretti come una pietra tombale “a future alleanze con il civismo liberale”.

La nota di Davide Frisoni (Rete Civica)

Rivolgo questo appello agli amici che sono rimasti in patto civico e che si sono fatti coinvolgere in una guerra senza esclusioni di colpi dalle correnti interne al PD che a Rimini come nel resto d’Italia porteranno ad un sicuro naufragio della sinistra. Lotte che non gli riguardano. Non ci sono molte considerazioni da fare sul perché si avrà l’implosione del PD, bastano le accuse dell’ex segretario Zingaretti che “si Vergogna” del poltronificio che lui stesso ha contribuito a creare ed ora con l’ingresso di 2 assessori grillini nella Sua giunta regionale del Lazio ha messo la parola fine ad aperture a future alleanze con il civismo liberale. Il percorso è tracciato, pur di galleggiare per un altro po’ di tempo, per le amministrative di questo autunno, si privilegerà l’alleanza con i 5 stelle piuttosto che a una apertura verso il civismo. Non basterà una brava persona come Letta a rimettere insieme i cocci, o a ridimensionare l’arroganza e la prepotenza di chi si è sentito e ha agito sempre da depositario della verità assoluta. Tornando a Rimini invito gli amici che sono rimasti in Patto Civico, considerato ininfluente dai più, ad abbandonare l’alleanza ormai improponibile ed innaturale dal punto di vista politico, e seguirmi in questo nuovo progetto che porterebbe un ricambio vero per Rimini e realizzerebbe un sogno che i Riminesi aspettano da sempre“.