Indietro
menu
Serve anche stretta nazionale

Donini a Sky Tg24: tutta la Regione verso zona rossa

In foto: Bologna
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 11 mar 2021 15:58 ~ ultimo agg. 19:32
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“Penso che coi dati che stanno emergendo è nelle cose passare alla zona rossa, sia per l’incidenza dei casi sia per reparti ospedalieri”. Lo ha detto l’assessore alla Sanità dell’Emilia-Romagna, Raffaele Donini, a Skytg24. Nei fatti, gran parte dell’Emilia-Romagna è stata già posta in zona rossa con ordinanze regionali per diverse province e la situazione resta critica: “Siamo sopra i 250 casi ogni 100.000 abitanti a settimana e abbiamo una saturazione del 45% delle terapie intensive e del 49% dei reparti Covid”, “Speriamo tutti di avere il picco in questi giorni ma stiamo registrando tanti, tanti casi, anche molto problematici dal punto di vista clinico”.

Donini auspica una misura forte anche a livello nazionale: “Noi abbiamo chiuso da soli due terzi della regione e ci aspettiamo provvedimenti restrittivi non solo regione per regione. Occorre abbattere la curva epidemica a livello nazionale, allineando le regioni, come è stato fatto un anno fa”. Una misura che superi il sistema dei colori “in modo da abbattere la curva epidemica e continuare con le vaccinazioni, prima che il virus muti ancora”.

La situazione più critica resta quella del capoluogo, dove le terapie le terapie intensive sono sature. Quando si hanno numeri molto elevati di contagi, spiega Donini, il 5-6% di ospedalizzazione porta a cifre difficili da sostenere dal sistema sanitario. “Non potendo lasciare la gente senza respirare in mezzo alla strada, dobbiamo saturare i nostri ospedali e rallentare l’attività programmata”.