Indietro
menu
L'udienza di convalida

Omicidio Sonia Di Maggio. L'ex compagno confessa davanti al Gip

In foto: la casa circondariale di Lecce
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 5 feb 2021 19:49 ~ ultimo agg. 6 feb 18:32
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo una parziale ammissione al momento del fermo, ha confessato davanti al gip ogni addebito Salvatore Carfora, il 39enne di Torre Annunziata fermato per avere ucciso a coltellate domenica scorsa Sonia Di Maggio, la sua ex fidanzata dopo averla sorpresa per strada col suo nuovo compagno a Minervino di Lecce, dove si era trasferita da un mese. Lo riferisce l’Ansa.

Durante l’udienza di convalida del fermo, svoltasi nella casa circondariale di Lecce dove è detenuto con l’accusa di omicidio aggravato dalla premeditazione e stalking, Carfora ha risposto a tutte le domande che il gip Giulia Proto gli ha posto, fornendo tempi, motivazioni e modalità del delitto. In queste ore è attesa la notifica del gip sulla convalida del fermo.

Nel pomeriggio a Specchia Gallone, la frazione di Minervino dove è stata uccisa la donna, si è tenuto un momento di raccoglimento organizzato in forma spontanea dalla popolazione.