Indietro
menu
Diminuiscono ricoveri

Lieve calo di contagi nel riminese. Nessuna nuova vittima

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 7 feb 2021 15:23 ~ ultimo agg. 8 feb 12:38
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Una domenica senza il doloroso aggiornamento delle vittime del covid in provincia di Rimini. Nella comunicazione odierna non ci sono infatti decessi. Restano in linea (con un lieve calo rispetto a sabato) i contagi: sono 176 con 87 sintomatici. Si tratta di 86 uomini e 90 donne. 47 diagnosticati per sintomi, 114 per contact tracing (la maggior parte familiari e già in isolamento), dodici per test volontario, uno tramite test per categoria e due per rientro dall’estero (Albania e Sengal). Si registra anche un paziente in meno in terapia intensiva (17 in totale). 158 le guarigioni

In Emilia Romagna restano stabili i nuovi casi: sono 1.382 in più, su un totale di 16.215 tamponi (oltre 6.200 quelli rapidi). L’incidenza dei nuovi positivi sale all’8,5%, dato che risente del minor numero di tamponi in gran parte eseguiti su casi per i quali la positività è attesa. Dei nuovi contagiati, 604 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 455 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 671sono stati individuati all’interno di focolai già noti. Per 135 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42,1 anni.
La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 249 nuovi casi e Bologna con 244; poi Rimini (176), Reggio Emilia (124), Ravenna (108) e Ferrara (93), a seguire Imola (91), Piacenza (88) e Parma (88). Quindi le province di Cesena (71) e Forlì (50).

Le persone complessivamente guarite, sono 743 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 173.828.
I casi attivi salgono a 43.261 (+614 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa sono complessivamente 41.130 (-622), il 95% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 25 nuovi decessi: 1 a Piacenza (un uomo di 93 anni); 6 in provincia di Parma (tre donne di 83, 88 e 93 anni e tre uomini di 70, 87 e 94 anni); 4 a Reggio Emilia (due donne di 77 e 87 anni e due uomini di 81 e 89 anni); 4 nella provincia di Modena (quattro uomini di 66, 84, 85 e 86 anni); nessun decesso in provincia di Bologna; 4 nel ferrarese (un uomo di 63 anni e tre donne di 57,83 e 89 anni); 3 in provincia di Ravenna (due donne di 70 e 91 anni e un uomo di 88 anni); 3 in provincia di Forlì-Cesena (tre donne di 91, 94 e 95 anni); nessun decesso nel riminese.
In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 9.837.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 181 (-2 rispetto a ieri), 1.950 quelli negli altri reparti Covid (-6).
Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 14 a Piacenza (-1), 10 a Parma (-1), 17 a Reggio Emilia (+1), 35 a Modena (invariato rispetto a ieri), 42 a Bologna (+1),13 a Imola (+1), 24 a Ferrara (- 1), 3 a Ravenna (-1), 2 a Forlì (invariato), 4 a Cesena (invariato) e 17 a Rimini (- 1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 18.847 a Piacenza (+88 rispetto a ieri, di cui 49 sintomatici), 15.802 a Parma (+88, di cui 57 sintomatici), 29.967 a Reggio Emilia (+124, di cui 79 sintomatici), 39.838 a Modena (+249, di cui 140 sintomatici), 44.902 a Bologna (+244, di cui 147 sintomatici), 7.369 casi a Imola (+91, di cui 43 sintomatici), 13.269 a Ferrara (+93, di cui 25 sintomatici), 17.078 a Ravenna (+108, di cui 55 sintomatici), 8.616 a Forlì (+50, di cui 41 sintomatici), 9.897 a Cesena (+71, di cui 55 sintomatici) e 21.341 a Rimini (+176, di cui 87 sintomatici).

Capitolo vaccini. Alle 14 odierne sono state somministrate complessivamente 256.917 dosi, di cui 3.203 oggi. Quasi 116 mila le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Alla luce delle nuove forniture di dosi di Moderna e Pfizer-Biontech previste in Emilia-Romagna per questa settimana, anche per i prossimi giorni proseguiranno in via prioritaria i richiami, con la somministrazione della seconda dose a chi ha ricevuto la prima, e ai degenti delle Cra.

Notizie correlate
di Redazione