Indietro
menu
I dubbi del consigliere FdI

Lavori su lungomare Tintori. Renzi porta la questione alla Corte dei Conti

In foto: i lavori nel tratto piazzale Kennedy-piazzale Fellini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 25 feb 2021 16:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Continuano gli scavi sul Lungomare Tintori per installare i tubi della nuova rete fognaria e dell’acqua. Lavori che – ribadisce il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Gioenzo Renzi – “avrebbero dovuto essere effettuati prima e non dopo l’inaugurazione del nuovo tratto di lungomare”. Come annunciato nella seduta di giovedì scorso del Consiglio Comunale (vedi notizia), doveva aveva presentato un’interrogazione in merito, Renzi ha sottoposto la vicenda all’attenzione della Corte dei Conti, autorità preposta al controllo della spesa pubblica.

“I nuovi lavori delle condotte di fognatura e acqua si stanno realizzando eliminando le opere già completate, quali il rinterro, i camminamenti pedonali, e la copertura a prato. Non si comprendono le ragioni per le quali, questi lavori preliminari non siano strati eseguiti effettivamente prima delle opere che hanno permesso l’inaugurazione e l’utilizzo del nuovo lungomare. La Giunta Comunale ha approvato il 13 ottobre 2020, quindi dopo l’inaugurazione e apertura del nuovo lungomare, la Perizia Suppletiva e di Variante, riguardante la necessità di eseguire lo spostamento delle reti a servizio delle aree del Lungomare Tintori e dell’arenile, per l’importo di euro 646.209, che aumenta la spesa di oltre il 30%, opere che si stanno eseguendo solo ora.  A questo punto sorge il dubbio che il Comune non abbia acquisito tutti i pareri e la conoscenza delle reti dagli Enti erogatori dei servizi pubblici durante il progetto e comunque prima di avviare i lavori, che sarebbe un obbligo di legge e prassi”.

“E’ strano – prosegue Renzi – che la Perizia Suppletiva e di Variante sia stata approvata dopo la fine dei lavori del nuovo Lungomare, quando ha autorizzato tutti i lavori preliminari alle opere di completamento e finitura. Per di più, dalla lettura della Perizia approvata, si apprende che sono stati autorizzati ulteriori nuovi lavori che hanno riguardato le piantumazioni, i corpi illuminanti e altre opere di finitura, con un ulteriore importante aumento della spesa, che andavano sicuramente studiati e progettati prima dell’appalto”.

Notizie correlate
Nessuna notizia correlata.