Indietro
menu
Firmata da enti pubblici

Industrie Valentini: una lettera alle banche per chiedere anticipo della CIGS

In foto: le Industrie Valentini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 26 feb 2021 12:32 ~ ultimo agg. 12:36
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In attesa di certezze sul futuro delle Industrie Valentini, si cercano misure per sostenere nell’immediato i lavoratori.

Il 5 febbraio l’azienda ha presentato in Tribunale il Concordato liquidatorio con riserva legata ad una o più offerte di acquisizione. Ora si attende che il Tribunale di Rimini proceda con l’asta competitiva. L’8 febbraio 2021 è stato sottoscritto tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Agenzia Regionale per il Lavoro Regione Emilia-Romagna, Industrie Valentini spa, FILLEA CGIL Rimini, FILCA CISL Romagna, RSU aziendale un verbale di accordo CIGS per crisi aziendale per cessazione di attività per la durata di 12 mesi per 149 lavoratori dell’azienda.

Dato che i tempi dell’INPS nell’erogare la Cassa non sono immediati e l’anticipo non può arrivare dall’azienda, le Organizzazioni sindacali hanno chiesto alla Provincia e al Comune di Rimini di inviare insieme una lettera alle banche del territorio.  Nella lettera si chiedono agli Istituti Bancari in linea con la richiesta avanzata il 22/02/2021 dall’Assessore regionale al Lavoro Vincenzo Colla al Presidente ABI Emilia-Romagna dottor Burchi Andrea, di applicare nel 2021 il Protocollo Quadro Sostegno al reddito dei lavoratori di aziende in difficoltà e, pertanto, di procedere con l’anticipo della CIGS.

Firmatari sono per la Provincia di Rimini Simone Gobbi, per il Comune di Rimini l’assessore Mattia Morolli, per la Fillea CGIL di Rimini Renzo Crociati, per la Filca Cisl Romagna Stefania Gagliardo, per la FENEAL UIL Rimini Francesco Lo Russo.

Notizie correlate
Nessuna notizia correlata.