Indietro
menu
evitare primarie

Dibattito sul candidato. Sacchetti: nuovo appello a percorso unitario

In foto: Filippo Sacchetti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 14 feb 2021 16:38
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Non è il gioco del più forte, non ci sono le regole e gli statuti di qualcuno che valgono più di altre, il percorso è quello della condivisione, della pari dignità, di un cammino unitario cin i soggetti che si siedono al tavolo della coalizione. Il segretario provinciale del PD Filippo Sacchetti tende ancora una volta la mano alle forze civiche e non rinuncia alla possibilità che per Rimini il centro sinistra possa trovare un candidato unico e condiviso dalle diverse forze in campo nella coalizione.
In questi anni da segretario – afferma Sacchetti -, abbiamo votato in tanti comuni, sempre guidati dai nostri valori, creando prospettive fondate sul buon governo, sulla comunità sul trovare le persone giuste e avere programmi sfidanti che unissero le persone, i bisogni e le passioni in coalizioni larghe aperte, civiche, con i partiti al centro del progetto ma non esclusivi”.
Ci sono anche le regole morali oltre agli statuti che devono accompagnare chi si assume queste responsabilità. A Rimini partiamo da un dato di ‘ottimo governo’, di trasformazioni urbane e sociali importanti, un cambiamento in corso che per la sua lungimiranza vogliamo anticipi il futuro. Il pd ha costruito in questi mesi un programma solido, e sta per cominciare la condivisione delle idee e delle proposte con la coalizione, tutta riunita allo stesso tavolo. Non era scontato. Una cosa straordinaria nel campo del centro sinistra! E per questo non si deve dare neanche l’impressione di voler liquidare tutto con la supremazia delle “proprie” regole, così come la pari dignità si affianca alla rappresentanza che si porta al tavolo.
In questa direzione raccolgo anche la richiesta diffusa e trasversale che viene dalla base del partito e dai circoli, che oltre le correnti e le parti ha mandato un messaggio di grande maturità: tutti uniti per restare in un percorso unitario ed evitare primarie violente e anche questo è straordinario. I segretari di circolo vanno ringraziati. Sono convinto che possiamo farcela se la guida delle scelte è Rimini, sono le cose giuste da fare, per migliorare la vita dei cittadini”
Notizie correlate
di Andrea Polazzi