Indietro
menu
Intervento Hera da 2,5 milioni

Al via la riqualificazione del sistema idrico di Santarcangelo

In foto: cantiere Hera
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 8 feb 2021 14:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un investimento di circa 2,5 milioni di euro per garantire un maggiore livello di sicurezza della rete idrica, il funzionamento a pieno regime del serbatoio dei Cappuccini e l’ottimizzazione delle risorse disponibili. Questi i lavori che Hera porterà avanti nel comune di Santarcangelo dove è previsto anche il rinnovamento delle condotte di diverse vie. L’intervento è partito oggi dalla Strada Provinciale 49 Trasversale Marecchia e, salvo imprevisti, sarà completato entro fine anno.

Il progetto, predisposto dalla direzione ingegneria di Heratech, permetterà una maggiore razionalizzazione delle reti acquedottistiche grazie anche alla connessione del serbatoio Cappuccini con l’impianto Galleria drenante e i pozzi Bornaccino e Ceccarino. Nelle aree del territorio santarcangiolese interessate dall’intervento sarà possibile mantenere più stabile la pressione all’interno delle reti, limitando le sollecitazioni dovute all’avviamento delle pompe e il conseguente pompaggio diretto. In questo modo si ridurranno le rotture, più frequenti nel periodo estivo, in cui per far fronte all’aumento della domanda, devono essere accesi tutti i pozzi con conseguenti incrementi di pressione in rete.

Alcuni dettagli

L’investimento di oltre 2,5 milioni di euro, realizzato da Hera e finanziato da Romagna Acque Società delle Fonti, prevede il funzionamento a pieno regime del serbatoio dei Cappuccini, la realizzazione di nuove condotte e la riqualificazione di alcuni tratti di rete.

L’attuale assetto, che prevede un utilizzo delle condotte esistenti sia per funzioni di adduzione che di distribuzione, comporta un rendimento non ottimale del sistema idrico nel suo complesso, rendimento che verrà invece assicurato ripristinando la funzione originariamente prevista del serbatoio dei Cappuccini come accumulo di acqua proveniente sia dall’Acquedotto della Romagna che dal campo pozzi e dalla galleria filtrante del Marecchia.

Contestualmente verrà garantito il riempimento del vicino serbatoio di via Bellaere, a servizio della zona alta della città, gestito da Hera e posto a circa nove metri più in alto di quello dei Cappuccini.

L’adeguamento del serbatoio si completerà con la realizzazione di nuove condotte sia di adduzione che di distribuzione e il potenziamento o bonifica di quelle esistenti. Le condotte delle vie o tratti di via interessate dai lavori sono, a partire da via Cupa, viale Marini, via Santarcangiolese, via Carlo Alberto Dalla Chiesa, via Trasversale Marecchia e via Ceccarino.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
FOTO