Indietro
menu
venerdì alle 20,35

Veglia missionaria in TV, con i riminesi "in prima linea"

In foto: la locandina
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 28 gen 2021 14:24 ~ ultimo agg. 14:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Come tradizione, l’ultima domenica di gennaio la Diocesi di Rimini celebra la Giornata della Promozione Umana in missione”, un’occasione per sensibilizzare le Comunità e le realtà ecclesiali al sostegno delle realtà missionarie seguite proprio dalla Diocesi, in particolare la Missione Diocesana in Albania e la missione All Souls / “L. Guidotti” Hospital di Mutoko (Zimbabwe).
L’Ufficio di “Missio”, quest’anno ha pensato di valorizzare in particolare l’esperienza dei giovani che hanno fatto esperienze missionarie in queste ultime stagioni, rendendoli più protagonisti in alcune modalità: testimonianze di alcuni giovani durante la celebrazione liturgica di domenica,Veglia di Preghiera in collegamento su IcaroTV e Icaroplay.it, venerdì 29 gennaio, dalle 20.35, con testimonianze di missionari in prima linea e l’ Inserto Ponte Missioni, inviato agli abbonati del settimanale e in distribuzione gratuita durante le liturgie e nelle varie comunità.

La Veglia di Preghiera in TV presieduta da don Aldo Fonti, direttore di Missio diocesana, viene celebrata nella chiesa della casa generalizia delle suore Francescane Missionarie di Cristo di via Bonsi, a Rimini. Si tratta di un momento di preghiera, non in presenza dei fedeli e realizzato per la televisione, arricchito dalle testimonianze di operatori e missionari in prima linea: Alberto Capannini e Arianna Valentini, volontari Operazione Colomba dell’associazione Papa Giovanni XXIII; Massimo Migani, missione All Souls / “L. Guidotti” Hospital, Mutoko (Zimbabwe); Don Giuseppe Tosi, responsabile Missione diocesana in Albania. Il vescovo Lambiasi propone una meditazione che prende spunto dal Vangelo di Matteo 25,35-44 (“Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere…”.). L’animazione è del Coro diocesano Megale Phones. Previsto anche un Intervento di Gabriele Valentini (presidente associazione Campo lavoro missionario odv), sulle modalità dell’iniziativa 2021, letture, salmi e preghiere, Versione di “Baba Yetu” (“Padre Nostro” in lingua Swahili), cantata dal coro riccionese Amarcanto durante il concerto per la vita dello scorso ottobre, proiezione video Caritas “Io sono l’altro”, sulla canzone di Niccolò Fabi, cantata da Giovanni Boldrini.

Notizie correlate
di Redazione