Indietro
menu
Serve ricetta medica

Vaccino antinfluenzale: 33mila dosi nelle farmacie. Donini: c'è ancora tempo

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 31 gen 2021 10:43
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Non è troppo tardi per il vaccino antinfluenzale. In Emilia Romagna, dove sono state somministrate 1,2 milioni di dosi (il 30% della popolazione) sono tornate a disposizione dei cittadini circa 33.500 dosi vaccinali che potranno essere acquistate per 11,5 euro in farmacia presentendo una ricetta del proprio medico di famiglia. La Regione ha infatti recepito una circolare del ministero della Salute che espressamente invita a offrire la vaccinazione “in qualsiasi momento della stagione influenzale” per prevenire i rischi di un possibile arrivo tardivo.

Per ottenere la dose di vaccino, sarà sufficiente rivolgersi, anche telefonicamente, al proprio medico di famiglia richiedendo una ricetta dematerializzata: a quel punto il cittadino dovrà recarsi in farmacia, presentando il proprio codice fiscale, e una volta che la farmacia avrà, in un paio di giorni al massimo, reperito il prodotto, ci si potrà rivolgere al proprio medico per vaccinarsi. Il costo complessivo di tutta l’operazione è 11,5 euro per l’acquisto della dose di vaccino.

La forte azione che abbiamo messo in campo nei mesi scorsi per far fronte alla scarsità di vaccini che ci arrivavano ha dato i suoi frutti– dichiara l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini-: non solo abbiamo vaccinato come mai prima, ma sono anche rimaste dosi che, come promesso, possono essere utilizzate dai cittadini che intendono vaccinarsi. Non dimentichiamo infatti che se in queste difficili settimane i nostri ospedali e servizi sanitari hanno retto alla terribile pressione del Covid, è stato anche perché non si è avuta contemporaneamente l’epidemia influenzale: ecco perché può essere ancora utile vaccinarsi anche nei prossimi giorni. E farlo- conclude Donini- è possibile grazie all’impegno messo in campo dalla Regione che, a seguito dei ritardi delle aziende produttrici, nei mesi scorsi si era si rivolta a nuovi fornitori di vaccini”.

Per merito della capillarità della campagna di vaccinazione e delle misure di prevenzione legate al Covid-19, dal distanziamento sociale all’igiene delle mani passando all’utilizzo delle mascherine, quest’anno l’influenza stagionale è estremamente contenuta. Nella seconda settimana di gennaio 2021, l’ultimo dato ad ora disponibile, l’incidenza è stata di 1,32 casi ogni mille abitanti, valore in linea con quello nazionale, mentre nello stesso periodo del 2020 il dato nazionale era dell’6,6 per mille, nel 2019 del 7,6 per mille e nel 2018 addirittura del 14,7 per mille.

Meteo Rimini
booked.net