Indietro
menu
il programma dei lavori

Riqualificazione pastificio Ghigi a Morciano, firmato l'accordo

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 11 gen 2021 18:25 ~ ultimo agg. 19:25
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Questo pomeriggio è stato sottoscritto, tra Regione Emilia-Romagna, Provincia di Rimini, Comune di Morciano e la Società Commercianti Indipendenti Associati di Forlì, l’accordo di programma per la riqualificazione del comparto comprendente il pastificio Ghigi.

Il programma dei lavori prevede la ristrutturazione urbanistica del pastificio, del mulino e del mangimificio (anche la loro demolizione e ricostruzione) e la realizzazione di spazi pubblici e privati, la realizzazione di un parcheggio pubblico su due piani completamente interrati sull’area destinata a parcheggio privato della Ghigi in via Roma, la sistemazione di piazza Risorgimento, con la creazione del capolinea degli autobus, e delle vie circostanti il complesso Ghigi, la trasformazione dell’attuale centro culturale polivalente di via Pascoli (biblioteca comunale, già ex scuola elementare) per ospitare la sede di nuovi servizi comunali e delle associazioni locali, gli interventi di adeguamento dell’Auditorium adiacente al padiglione fieristico e la realizzazione di un nuovo centro culturale polivalente/biblioteca.

“Con questo accordo – dichiarano il presidente della Provincia Riziero Santi e il sindaco di Morciano Giorgio Ciottisi conclude l’iter di revisione di un ambito urbano del Comune di Morciano oggetto di analisi e approfondimento ormai ventennale. Il Comune di Morciano si conferma luogo vocato ai servizi, anche di carattere sociale e culturale, dell’intera Valconca. La nuova opera pubblica che sorgerà in via Roma a seguito della demolizione della vecchia scuola media, ovvero un centro culturale polivalente con annessa la nuova biblioteca, completa e potenzia l’offerta culturale e formativa nei confronti dei nostri giovani e delle generazioni a venire. Oggi più che mai un’opera che si pone quale riferimento di speranza per la costruzione di un nuovo e rinnovato futuro”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione