Indietro
menu
da marzo ad ottobre

Gli eventi sportivi del 2021. Ecco quelli riminesi

In foto: Giro d'Italia (Credit photo - Giro d'Italia)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 28 gen 2021 15:30 ~ ultimo agg. 29 gen 10:25
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nel 2021 la Riviera romagnola e Rimini ancora protagonisti dello sport. Sono tanti gli appuntamenti, tra i quaranta del fitto calendario annunciato dalla Regione Emilia-Romagna, che si svolgeranno in provincia. Proposte che potrebbero rappresentare una boccata d’ossigeno per il turismo, alle prese con le tante incertezza dell’emergenza sanitaria.

Si parte a marzo a Rimini con la Coppa Italia di Pallavolo femminile e la Coppi-Bartali, con 6 tappe in cinque giornate che toccheranno la Romagna e San Marino, per chiudere ad ottobre con lo Sharkman a Cattolica. In mezzo tanti altri eventi: in aprile il Giro di Romagna Under 23 Elite di ciclismo e, a Rimini, la Final Eight di Coppa Italia di calcio a 5, maschile e femminile. A maggio il Giro d’Italia di ciclismo con tappa anche in Romagna; a giugno i Roller Games a Riccione, la Ginnastica in festa a Rimini, il Campionato Italiano ciclismo maschile professionisti su strada Elite tra Bellaria e Imola. Chiude il mese la seconda edizione di un appuntamento per gli appassionati del pallone, il Gran Galà del Calciomercato al Grand Hotel di Rimini. A luglio il Festival della Pallamano a Misano Adriatico, Sport Dance a Rimini e il Tour Italia di Beach volley, tra Bellaria e Cesenatico. A settembre tornano a rombare i motori con il Gran Premio San Marino e della Riviera di Romagna di Moto GP e si svolgerà l’Oceanman, circuito internazionale di nuoto in acque aperte a Cattolica.

Abbiamo davvero aperto una strada– afferma il presidente della Regione, Stefano Bonaccinivisto che la decisione di puntare sullo sport come veicolo di valorizzazione dei nostri territori si sta rivelando sempre più efficace. Federazioni e organizzazioni nazionali e internazionali scelgono l’Emilia-Romagna, la nostra capacità ricettiva, i nostri impianti e la nostra organizzazione. Una terra di appassionati veri, di tantissimi praticanti. E tutto ciò è ancora più importante in un momento così difficile, segnato da una pandemia mondiale senza precedenti. Ma ricordo che per noi lo sport non è solo agonismo al massimo livello o strumento di attrattività: vogliamo infatti continuare a investire sulle attività di base e sull’impiantistica sportiva. Da qui, così come dagli appuntamenti di eccellenza, passa la voglia di non fermarci, di dimostrare ancora una volta- chiude Bonaccini– che nel momento in cui dobbiamo insistere nel contrasto al virus, siamo pronti a ricostruire e ad agganciare la ripresa subito, non appena sarà possibile farlo”.

Questo calendario, mai così fitto di eventi di alto profilo– sottolinea Giammaria Manghi, capo della segreteria politica della presidenza della Giunta-, è la diretta conseguenza del successo del Salone del turismo sportivo di Rimini, che lo scorso ottobre ci ha posto a contatto con tutte le Federazioni sportive italiane, generando opportunità che daranno ancora delle sorprese, anche sul medio periodo. Il calendario, infatti, è destinato ad arricchirsi ulteriormente, andando a coprire nell’arco dell’anno l’intero territorio regionale”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione