Indietro
domenica 28 novembre 2021
menu
Calcio a 5 A2 Femminile

Frenata Virtus nella prima uscita del 2021, Marzo: "Ora testa a mercoledì"

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 11 gen 2021 10:08 ~ ultimo agg. 10:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

FLORIDA C5-VIRTUS ROMAGNA 1-1

IL TABELLINO
FLORIDA: Antonaci, Prenna, Vianale, De Siena, Antinarelli, Zinni, Valendino, Troccoli, Csepregi, Di Francesco, De Massis, Ruggieri. All.: Blasetti.

VIRTUS: Faccani, Sabetti, Giuva, Mencaccini, Berti, Falcioni, Marzo, Cremonesi, Cabrera, Guidi, Insinna, Maraldi.
All.: Imbriani.

ARBITRI: Di Guilmi di Vasto, Rutolo di Chieti. CRONO: Iordache di Vasto.

RETI: 1’ pt Prenna, 3’ st Berti.

AMMONITA: Cremonesi.

CRONACA E COMMENTO
Non inizia nel migliore dei modi il 2021 della Virtus Romagna, che vede la propria corsa fermarsi parzialmente al PalaRigopiano di Pescara dopo il pareggio per 1-1 contro il Florida. Un risultato che arriva al termine di una partita difficile, a tratti anche beffarda per le virtussine che sprecano tanto specialmente nel secondo tempo: un match che nasce sotto una cattiva stella e che non riescono mai del tutto a raddrizzare. Il Florida gioca una buona partita passando in vantaggio presto, è equilibrato in campo e può affidarsi alla giornata eccezionale del proprio portiere Antonaci, di gran lunga la migliore in campo.

Pronti, via e il Florida passa in vantaggio. Un evento che cambia completamente il piano partita di Imbriani sin da subito e costringe le virtussine ad affrontare un altro tipo di match: sono loro che devono inseguire. Le romagnole sembrano confuse, giocano una prima frazione sottotono, difensivamente lacunosa e offensivamente inefficace, non all’altezza delle prestazioni viste sino ad ora in campionato. L’aggressività delle abruzzesi e l’attenzione nel chiudere tutti gli spazi difensivi, disorientano le giocatrici di Imbriani che rientrano negli spogliatoi al riposo un po’ stordite ma vogliose di riprendere in mano le sorti del match.

Nella ripresa la musica è diversa e Berti trova l’1-1 a pochi minuti dal calcio d’inizio frazione. In attacco le cose funzionano molto meglio, la palla gira più velocemente così come le virtussine e le occasioni iniziano a fioccare. Antonaci non ci sta e tiene a galla le sue in tante situazioni, superandosi ed esaltandosi ogni volta di più. Nelle poche volte in cui Antonaci non ci arriva, sono la poca precisione e la mancanza di lucidità a condannare la Virtus, che non riesce nonostante gli sforzi e la pressione offensiva a completare la rimonta. Nel finale la squadra di Imbriani sembra entrare in un vortice di negatività, con tante occasioni apparentemente facili – anche sotto porta – che vengono fallite inesorabilmente.

Con questo punticino conquistato la Virtus mantiene comunque la prima posizione in classifica, ma le inseguitrici accorciano e si avvicinano pericolosamente alla vetta. C’è tanta insoddisfazione nella voce di Alessia Marzo a fine partita, che negli occhi ha ancora le tante occasioni sprecate in attacco: «Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, cerchiamo di preparare ogni gara al meglio ma non sempre riusciamo a giocare come vorremmo. Oggi abbiamo creato davvero tante opportunità: non siamo state brave a concretizzarle, grazie anche al portiere avversario che è stata protagonista di un’ottima prestazione».

Non c’è però in casa Virtus tanto tempo per soffermarsi su questo pareggio, mercoledì c’è un recupero da giocare, ad Arezzo contro il San Giovanni: «Dobbiamo essere brave e già da adesso andare con la testa alla prossima partita che c’è fra pochi giorni, in cui dobbiamo conquistare i 3 punti per raggiungere il nostro obiettivo».

Michelangelo Bachetti
Addetto stampa Femminile Virtus Romagna