Indietro
menu
Tramite il Comune di Rimini

Dall'Unione nazionale mutilati per servizio una donazione per i bisognosi

In foto: Dall'Unione nazionale mutilati per servizio una donazione per i bisognosi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 1 gen 2020 10:35 ~ ultimo agg. 11:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nei giorni scorsi una delegazione dell’ UNMS (Unione nazionale mutilati per servizio), guidata dal reggente Raffaele Minieri, ha consegnato direttamente nelle mani del Vice Sincaco del Comune di Rimini, Gloria Lisi, una donazione a favore dei cittadini più bisognosi.

L’U.N.M.S. “Unione Nazionale Mutilati per Servizio” è un Ente Morale che da oltre 70 anni è presente su tutto il territorio, con Consigli regionali e Sedi provinciali in ogni capoluogo e Sottosezioni in varie città.
L’Associazione tutela tutti coloro che, alle dipendenze dello Stato e degli Enti locali, abbiano riportato mutilazioni o infermità in servizio. Ci interessiamo anche di tutte le vittime di eventi che rientrano nei risarcimenti a carico dello Stato. L’Unione, che rappresenta circa 350.000 invalidi per servizio, intende promuovere anche sul piano europeo il riconoscimento dei loro valori morali.

“Proprio per i motivi che ci animano, come il senso di unione – spiega Rinieri – in questo tragico momento ci sentiamo in dovere, con le nostre possibilità, di contribuire per alleviare le difficoltà che le persone stanno incontrando. Molti dei nostri soci convivono con grosse difficoltà di carattere sanitario, questo gesto aiuta anche loro rendendoli felici di poter continuare ad essere partecipi in modo attivo alla vita sociale. Ringraziamo le Istituzioni Nazionali e Locali per tutto quello che stanno facendo per il paese e ringraziamo anche gli Italiani per il senso di responsabilità che stanno mostrando”.

“Un gesto che sottolinea ancora una volta – commenta Gloria Lisi – la grande sensibilità comunitaria del nostro associazionismo. In un momento così difficile, l’Unione nazionale mutilati per servizio è voluta andare oltre alla sua mission associativa, mettendosi al servizio di tutta la comunità riminese. Un grande grazie, a nome mio e dell’Amministrazione all’Unms riminese, e al reggente Raffaele Minieri, per essere venuti personalmente a consegnarmi il loro prezioso contributo”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione