Indietro
menu
Accolta la richiesta

All'ospedale Ceccarini in arrivo un primario per anestesia e rianimazione

In foto: l'ospedale Ceccarini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 29 gen 2021 14:50 ~ ultimo agg. 15:15
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Conferenza territoriale sociale e sanitaria della Romagna, ha approvato lo scorso 21 dicembre il documento relativo all’integrazione della dotazione delle posizioni di direttore di struttura complessa presso l’azienda Usl della Romagna tra cui la copertura dirigenziale dell’Unità operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale “Ceccarini”. La Regione ha infatti accolto la richiesta del direttore generale, Tiziano Carradori, autorizzando l’espletamento delle operazioni concorsuali per coprire il posto di primario di Anestesia e Rianimazione al Ceccarini con altri 16 primariati in diversi ospedali della Romagna. Entro febbraio, si procederà al conferimento dell’incarico temporaneo in attesa del concorso – hanno assicurato dall’Ausl al Comune di Riccione – che avverrà entro il 2021.

Più volte l’amministrazione comunale di Riccione aveva chiesto di procedere al consolidamento della Rianimazione con la nomina del dirigente.  Lo stesso direttore generale Carradori – ricorda l’Amministrazione Comunale di Riccione – intervenuto a dicembre ad un incontro al palazzo del Turismo di Riccione, organizzato dall’amministrazione Tosi con la partecipazione di tutti gli altri sindaci del distretto aveva assicurato tempestivi concorsi per la copertura dei posti di primario. In quell’occasione, si era anche ventilata per una Cardiologia a Riccione come supporto alla chirurgia.

“Un ordine del giorno, votato da tutto il Consiglio comunale di Riccione – dichiara il sindaco Renata Tosi – ha impegnato personalmente il sindaco a mantenere alto il livello di guardia della politica nei confronti dell’Ospedale Ceccarini, con impegno ad estenderlo a tutti i Consigli comunali delle aree limitrofe, al fine di intraprendere ogni azione e vigilare in ogni sede sui processi di riorganizzazione. Oggi possiamo dire che l’abbiamo fatto e che continueremo a farlo. In questi anni l’amministrazione comunale non ha fatto mancare vicinanza e collaborazione ai sanitari e a tutto il personale dell’Ospedale Ceccarini, fiore all’occhiello della nostra città. Se qualcosa abbiamo imparato dal Covid è che non possiamo permetterci di perdere la sfida sulla sanità e sulla nostra salute. Questo vuol dire investimenti su personale qualificato, investimenti per la strumentazione, investimenti in specializzazioni. Oggi con l’Ausl Romagna esiste una collaborazione e una veduta d’intenti eccezionale e colgo l’occasione per ringraziare il direttore generale Carradori col quale condividiamo tanti progetti importanti per il futuro del nostro Ospedale”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Maurizio Ceccarini   
VIDEO