Indietro
menu
Si parte a inizio gennaio

Vaccini covid, via libera al piano. Donini: la Regione è pronta

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 16 dic 2020 15:12 ~ ultimo agg. 19:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In mattinata è arrivato il via libera dalla Conferenza Stato-Regioni al piano vaccini anti-Covid presentato dal Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri. Una accelerazione condivisa dall’assessore alla sanità dell’Emilia Romagna Raffaele Donini. “L’Emilia-Romagna – commenta – è già al lavoro per rendere concreta l’opportunità per tutti di fare il vaccino, secondo il calendario di priorità definito dal Governo. A partire dai professionisti impegnati negli ospedali e nelle case di riposo per anziani”.

Il via alle vaccinazioni, in base alle ultime notizie diffuse, dovrebbe partire in Italia già ai primi di gennaio. Oggi stesso il Commissario invierà alle regioni una sorta di ‘libretto delle istruzioni’ per il vaccino ed entro la settimana tutte le indicazioni per la procedura di somministrazione. Alle regioni sarà consegnato il 90% delle dosi richieste e questo perché è stato stimato che non si vaccinerà il 100% del personale sanitario previsto. All’Emilia Romagna dovrebbero spettare almeno inizialmente 183.138 dosi.

Sarà una operazione molto importante – spiega Donini-  rispetto alla quale stiamo comunque già lavorando. E’ già stata inviata, tra l’altro, una nota a cura della Direzione generale dell’Assessorato per acquisire, da parte del personale sanitario, una disponibilità alla vaccinazione. Non sarà, questa, l’adesione formale al programma vaccinale da parte dei singoli professionisti della sanità, ma sarà comunque un elemento utile alla ricognizione organizzativa preliminare, necessaria anche alla definizione delle scorte necessarie per la nostra regione”.

L’operazione complessiva necessaria per garantire a tutti il vaccino – conclude l’assessore alla Salute – è evidentemente complessa e delicata. Ma stiamo mettendo in campo tutto quanto serve per uscire da questa pandemia, grazie alla solidità del nostro Sistema sanitario e di chi, tutti i giorni, con il proprio lavoro, ne garantisce gli eccellenti standard di qualità, che ovunque ci riconoscono“.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO