Indietro
menu
A febbraio la popolazione

Tutto pronto per il Vaccine Day: a Rimini sarà in Fiera. A gennaio nuovo step

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 26 dic 2020 12:36 ~ ultimo agg. 27 dic 13:03
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Conto alla rovescia anche in Emilia-Romagna per il Vaccine day che scatterà alle 14 di domani, domenica 27 dicembre, con la somministrazione delle prime dosi di vaccino Pfizer-BioNtech a 975 professionisti della sanità regionale da Piacenza a Rimini. Ad avere la precedenza saranno i vaccinatori che poi si troveranno in prima linea in questa campagna. I primi vaccini saranno 50 a Piacenza, 100 a Parma, 100 a Reggio Emilia, 150 a Modena, 225 (+50 per una CRA) Bologna (inclusi il personale degli Istituti Ortopedici Rizzoli), 25 a Imola, 50 a Ferrara e 225 nel territorio dell’Ausl della Romagna. Una settantina a Rimini dove la vaccinazione avverrà nel quartiere fieristico, così come a Cesena (85 operatori degli ambiti territoriali di Forlì e di Cesena). A Ravenna invece le vaccinazioni avverranno al Pala De Andrè (70 operatori). Ad inizio gennaio ci sarà l’ulteriore step di vaccinazione, che coinvolgerà in Romagna circa ventimila persone (180mila in tutta la Regione), e che contemplerà il resto del personale sanitario, nonchè gli ospiti e gli operatori delle Cra. Per effettuare le vaccinazioni a questi ultimi saranno creati dei team che si recheranno nelle strutture stesse, composti a seconda delle dimensioni della struttura. Per il personale sanitario invece l’Ausl continuerà a prevedere dei punti di vaccinazione e verosimilmente ce ne saranno di ulteriori rispetto agli attuali tre. Dopo questo secondo step per operatori e strutture, il Ministero sta lavorando alla vaccinazione della popolazione generale, per la quale l’Azienda si organizzerà non appena saranno diffuse le linee guida. Si parla del mese di febbraio.

Per quanto riguarda i vaccinatori che presteranno servizio domani, non esiste un “team tipo” – come ci sarà invece nella campagna vaccinale vera e propria – ma è a discrezione dell’organizzazione aziendale. Tutte le Aziende hanno inviato al ministero della Salute, i nominativi dei medici e degli infermieri individuati.

Le dosi di vaccino arriveranno, scortate dall’esercito, domattina alle ore 7.30 all’Ospedale Bellaria di Bologna (via Altura 3), dove successivamente ogni Azienda sanitaria regionale ritirerà le proprie scorte rientrando nelle sedi scelte nei loro territori per il via alle somministrazioni fissate in ogni provincia alle ore 14.

Una cabina di regia per ogni Azienda sanitaria

Ogni Azienda sanitaria si è dotata di una cabina di regia per l’organizzazione della vaccinazione, con la supervisione dell’assessorato regionale alle Politiche per la salute. Nei territori dove ci sono anche Irccs e Aziende ospedaliero-universitarie, è stata definita un’unica cabina di regia. Coordinata dalla Direzione sanitaria, e composta da un medico della Direzione sanitaria (che svolgerà il ruolo di referente con la Regione), un medico di sanità pubblica, un medico di cure primarie, un responsabile della Direzione assistenziale, un responsabile della Direzione attività socio-sanitaria, un farmacista (responsabile dell’hub che conterrà le dosi vaccinali), un referente del Servizio Ict, un medico competente aziendale, un referente della Protezione civile, un referente dell’Ordine dei medici provinciale.

Notizie correlate
di Redazione   
di Maurizio Ceccarini