Indietro
menu
In controtendenza in Regione

Qualità della vita Sole 24 Ore: balzo all'indietro per la provincia di Rimini

In foto: il litorale riminese
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 14 dic 2020 08:38 ~ ultimo agg. 15:33
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nell’anno del Covid l’indagine sulla qualità della vita del Sole 24 Ore premia Bologna davanti a Bolzano e Trento. Bologna guadagna ben 13 posizioni e traina un po’ tutte le province dell’Emilia Romagna. Ben cinque su nove si incontrano tra le prime venti: oltre al capoluogo, Parma (8ª), Forlì Cesena (14ª), Modena (15ª) e Reggio Emilia (17ª). Ma Rimini va in controtendenza a causa del crollo del turismo e dell’alto tasso di criminalità, con un balzo all’indietro dal 17° al 36° posto.

Stesso destino per le principali località turistiche italiane come Venezia (33ª, in calo di 24 posizioni), Roma (32ª, -14), Firenze (27ª, -12). E per le località di mare: peggiorano le province di Puglia e Sardegna, fatta eccezione per Cagliari e Foggia.

Rimini è prima per “cultura e tempo libero” (seconda per palestre e spettacoli, terza per offerta culturale); undicesima per “ambiente e servizi”, terzultima per “indice di criminalità” (i piazzamenti peggiori alle voci “furti negli esercizi commerciali” e “riciclaggio e impiego di denaro”, quartultima per “giustizia e sicurezza”, dodicesima per “depositi bancari”.

L’indagine fotografa il benessere nelle province italiane con 90 indicatori, di cui 60 aggiornati al 2020. 25 nuovi indicatori documentano le principali conseguenze del Covid-19 su salute, attività economiche e vita sociale. Con la consapevolezza, specifica il Quotidiano, che non tutto è già quantificabile: “È ancora forse troppo presto per tracciare un quadro affidabile delle attività più colpite dal Covid-19, alcune delle quali sono tuttora chiuse o fortemente limitate e molte delle quali hanno percepito ristori economici dallo Stato: dalle librerie ai ristoranti (anche mobili), passando per bar e palestre”.

Le tabelle del Sole 24 Ore.

Notizie correlate
di Redazione