Indietro
menu
interventi su 5 dei 7 canali

PSBO. A Rimini Nord scarichi a mare diminuiti dell'80%

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 17 dic 2020 14:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A Rimini nord in dieci anni diminuiti dell’80% i divieti di balneazione. È il risultato – spiega l’amministrazione – ottenuto grazie all’intervento su 5 dei 7 bacini presenti sul litorale nord grazie agli interventi sulle reti fognarie. Cinque canali sono stati trasformati in sfioratori per “sole acque meteoriche e di drenaggio” e, a parità di precipitazioni piovose intense, hanno registrato durante la stagione estiva – un drastico calo tra il 2011 e il 2020 dei divieti di balneazione sulla costa tra Rivabella e Torre Pedrera. I lavori in corso sui due bacini Brancona e  Viserbella dovrebbero portare ad un azzerramento dei divieti in quel tratto di costa.

Sul versante sud stanno procedendo i lavori per la Dorsale sud e per la separazione delle reti nel bacino del Roncasso a Miramare. Gli interventi riguardano principalmente l’area nel tratto compreso tra la ferrovia ed il lungomare, oltre ad alcune zone a monte della statale 16, come le zone di via Casalecchio, Tombanuova e Pozzi, a monte dell’aeroporto Fellini. Al termine dei lavori la fossa Roncasso convoglierà a mare le sole acque meteoriche. Sono inoltre in corso di progettazione gli interventi per la realizzazione del sistema vasche e condotte in corrispondenza dei bacini Colonnella 2 e del Rodella e per gli interventi di ottimizzazione della rete a monte della statale 16.

Già operativo e in fase di test il sistema di accumulo e laminazione di Piazzale Kennedy, una delle principali opere del Piano di salvaguardia della balneazione. Anche i lavori alle condotte del bacino Ausa sono terminati e in fase di collaudo. “Le vasche di accumulo e laminazione di piazzale Kennedy e le condotte, con relativo sistema di pompe, rappresentano un presidio straordinario per la sicurezza idraulica della città, consentendo di allontanare le acque anche in situazioni in cui per condizioni di mare mosso, vento forte e alta marea risulterebbe molto difficile farlo – commenta l’assessore all’Ambiente del Comune di Rimini Anna MontiniIl Piano di salvaguardia della balneazione è in fase avanzata ed oltre agli obiettivi, oggi possiamo già pesare i risultati. Il mare è al centro dello sviluppo presente e del futuro del nostro territorio”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Icaro Sport   
FOTO