Indietro
lunedì 27 settembre 2021
menu
I voti dei biancorossi

Pro Livorno-Rimini 1-2: le pagelle di Cesare Trevisani

In foto: Vuthaj abbracciato dai compagni dopo il gol del 2-1
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 23 dic 2020 17:11 ~ ultimo agg. 24 dic 16:39
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email


SCOTTI 6. Quanto i toscani si scuotono tocca a lui: tempestivo in uscita, poi ribatte come può una palla che però arriva sui piedi di Camarlinghi e deve capitolare. Brividi per una sbavatura in avvio di ripresa. Non troppo lavoro, non sempre preciso ma la vittoria cancella tutto. Sui titoli di coda ipnotizza Rossi che calcia sul palo dal dischetto.

PUPESCHI 5,5. Qualche sbavatura di posizione, se la cava nel duello fisico. Non è ancora il giocatore di personalità e di mentalità che le sue referenze annunciavano. Arriverà.

RONCHI 6,5. Sempre prudente, si prende le distanze dagli avversari per impostare coi piedi e dalle mischie esce sempre bene. Ha però equilibrio nel gioco, lucidità nelle scelte. Adesso manca un po’ di rapidità ma non si discute.

CANALICCHIO 6. Comincia ad assestarsi nel ruolo, anche se l’idea di far uscire palla da quelle parte con qualità non si vede nella pratica. Però è diligente e comprende che da quella parte è meglio tenere l’ombrello aperto.

LUGNAN 6. Tiene la posizione, poche iniziative e il tentativo di aggiungere dinamismo. Sulla linea di quattro ci sono più responsabilità tattiche e il cammino di crescita è in corso. All’ultimo minuto mette tutte le uova in padella per la frittata e per fortuna che il rigore che procura con ingenuità viene sbagliato dalla Pro Livorno.

VALERIANI 6,5. Finché ha gamba per coprire e ripartire è la mezzala di cui c’è bisogno come del pane. Riparte anonimo dopo l’intervallo, poi quando il ritmo si abbassa un po’ torna a far pesare testa e tempismo.

RICCIARDI 6,5. Per metterlo in difficoltà servono marcatura rigida e ritmi alti. I toscani non si applicano e lui dirige l’orchestra con giudizio.

VITI 5,5. Disordinato e impreciso. Se la cava col fisico, ma sulla sua corsia succede poco in attacco e arrivano pericoli per la difesa.

SAMBOU 6,5. Gioca ancora dietro le punte: scherma il regista Bulli, sradica palloni e conduce iniziative. Suo il lancio per Viti che subisce il fallo da rigore. Corre per due e quando crescerà in precisione e tempi di gioco farà un balzo ulteriore. Esce nel finale.

PECCI sv. Dieci minuti per rimpiazzare la corsa di Sambou. Prende falli che non gli fischiano e non passa inosservato.

AMBROSINI 6. Meglio rispetto ai minuti col Corticella. Più mobile e più preciso. Prende la traversa su punizione a fine primo tempo. Ripresa discreta, sempre al servizio della squadra e poi esce.

CASOLLA 6. Entra e fa traslocare Vuthaj dal centro dell’attacco. Gioca lo spezzone nel quale il Rimini vuol chiudere a chiave il risultato e quindi arrivano pochi rifornimenti.

VUTHAJ 7,5. Firma la vittoria con due rigori perfetti. Spreca malamente in avvio e poi trasforma il rigore del vantaggio. Ci riprova anche di testa e comunque è consistente, mobile e in più ha il piede caldo. Sul raddoppio è sveglio nella scelta che porta al fallo e ancora preciso nella realizzazione. Avrebbe sul sinistro il colpo del ko, si prepara bene e poi tira addosso al portiere. Poi il fallo di Casolla porta all’annullamento di un’altra rete. Evidentemente era giornata da penalty.

SIMONCELLI sv. Ultimi minuti per accentuare corsa e dinamismo.

Cesare Trevisani

 

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO