Indietro
menu
L'invito ai privati

Lotta alla processionaria, al via i trattamenti a Santarcangelo

In foto: un nido di processionaria
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 16 dic 2020 12:38 ~ ultimo agg. 12:40
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Partono questa settimana i trattamenti endoterapici per la lotta alla processionaria sugli alberi di Santarcangelo. Oltre 130 i pini e i cedri che saranno trattati da Anthea con prodotti fitosanitari autorizzati da Ausl che consentiranno l’immunità per circa 2 o 3 anni: l’intervento si concentrerà soprattutto nell’area del Centro sportivo in via della Resistenza, in diverse zone della frazione di San Vito, nelle scuole Ricci, il Drago, Franchini, Saffi e al CET di San Michele.
Il trattamento è una misura di prevenzione che impedisce il formarsi di uova e, in primavera, dei bruchi che sono particolarmente pericolosi per persone e cani: i peli degli insetti contengono infatti sostanze urticanti con azione necrotica.  Per rendere la lotta alla processionaria ancor più incisiva, i proprietari di alberi soggetti a queste infestazioni sono invitati ad effettuare i trattamenti preventivi o a rimuovere manualmente i nidi che compaiono nel corso della primavera.

Per maggiori informazioni sulla lotta alla processionaria del pino è possibile consultare la scheda dedicata sul sito del Comune: www.comune.santarcangelo.rn.it/servizi/ambiente/disinfestazione/processionaria-del-pino-come-combatterla.