Indietro
menu
quattro i decessi comunicati

211 contagi nel riminese. Scendono ancora le terapie intensive

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 27 dic 2020 15:13 ~ ultimo agg. 28 dic 11:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Continua il saliscendi dei contagi per il territorio riminese. Oggi, domenica 27 dicembre, ne sono stati comunicati 211, in aumento rispetto alla giornata di sabato, di cui 111 sintomatici. 108 pazienti di sesso maschile e 103 pazienti di sesso femminile. Dopo Bologna e Modena è la terza provincia per numero di nuovi casi. Tre i decessi comunicati. Si tratta di tre donne di 75, 87 e 89 anni. Deceduta all’Infermi anche un’anziana di 93 anni, residente fuori regione.  Diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva: oggi sono 17, uno in meno rispetto a sabato.

Nel dettaglio i casi sono emersi: 111 per sintomi; 89 per contact tracing, la maggior parte famigliari e già in isolamento al momento della diagnosi; 1 per test legato a ricovero; 7 per test volontari; per 3 la pratica non è stata completata. Si possono stimare in circa 50 le guarigioni.

In Regione sono 1.283 i casi in più più rispetto a ieri, su un totale di 6.066 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 21,1%.

Va, però, ricordato che il dato relativo alla proporzione tamponi fatti/nuovi positivi non è significativo nei giorni festivi, nei quali si fanno molti meno tamponi rispetto a tutti gli altri. Nei festivi, infatti, i tamponi vengono effettuati nei casi maggiormente necessari, in presenza di sintomi o situazioni nelle quali l’esito positivo è spesso atteso. Non lo si può quindi prendere come dato relativo a una tendenza generale: si tratta infatti di un campione ristretto, molto specifico e legato soprattutto a casi nei quali fare il tampone è strettamente indispensabile.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 645 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 170 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 332 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 44,9 anni.

Sui 645 asintomatici, 333 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 21attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 24 con gli screening sierologici, 5 tramite i test pre-ricovero. Per 262 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 279 nuovi casi, Modena con 254 e Rimini (211); a seguire Reggio Emilia (138) e Ravenna (133); Cesena (99) e Imola (72). Poi Ferrara (35), Forlì (33) e Piacenza (26), infine Parma (3).

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 6.066 tamponi, per un totale di 2.508.298. A questi si aggiungono anche 1.014 test sierologici e 831 tamponi rapidi effettuati da ieri.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guaritesono 326 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 100.659.

casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 58.175 (888 in più rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 55.356 (+913), oltre il 95% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 69 nuovi decessi: 23 in provincia di Bologna  (13 donne rispettivamente di 53 anni, due di 78, poi 80, 81, 83, 85, 86, 89, 90, 91, 93 e 94 anni; 10 uomini: uno di 70, due di 72, due di 73, poi 75, 87, 88, 91 e 93 anni), 10 a Piacenza (una donna di 81 anni e 9 uomini di 62, 65, 66, 75, 77, 79, 80, 85 e 93 anni), 10 a Modena (sette donne di 42, 81, 86, 89, 92, 96, 100 anni e tre uomini, di cui uno di 79 e due di 85 anni), 10 nel ravennate (quattro donne di 46, 82, 84 e 89 anni e sei uomini di 70, 74, 79, 85, 86 e 92 anni); 4 in provincia di Reggio Emilia (tre donne di cui una di 88 e due di 93 anni e un uomo di 82), 3 a Parma (una donna di 89 anni e due uomini di 81 e 86), 3 a Rimini (tre donne di 75, 87 e 89 anni), 2 a Forlì-Cesena (due uomini di 62 e 93 anni), 2 in provincia di Ferrara (una donna di 90 anni e un uomo di 86) e 2 da fuori Emilia-Romagna (una donna di 70 anni deceduta a Bologna e una di 93 deceduta a Rimini).

Non tutti i decessi sono relativi alle ultime 24 ore, alcuni riguardano infatti persone venute a mancare nei giorni scorsi.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 7.493.

pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 210 (-4 rispetto a ieri), 2.609 quelli negli altri reparti Covid (-21).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 12 a Piacenza (-4), 11 a Parma (invariato rispetto a ieri), 18 a Reggio Emilia (+1 rispetto a ieri), 48 a Modena (+3), 48 a Bologna (-6), 7 a Imola (+1), 25 a Ferrara (+2 rispetto a ieri), 19 a Ravenna (invariato), 4 a Forlì (+1), 1 a Cesena (-1) e 17 a Rimini (-1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 15.082  a Piacenza (+26 rispetto a ieri, di cui 15 sintomatici), 12.716 a Parma (+3, di cui 2 sintomatici), 22.784 a Reggio Emilia (+138, di cui 55 sintomatici), 30.161 Modena (+254, di cui 143 sintomatici), 33.192 a Bologna (+279, di cui 130 sintomatici), 5.339 casi a Imola (+72, di cui 28 sintomatici), 8.779 a Ferrara (+35, di cui 6 sintomatici), 12.219 a Ravenna (+133, di cui 51 sintomatici), 5.755 a Forlì (+33, di cui 26 sintomatici), 5.892 a Cesena (+99, di cui 71 sintomatici) e 14.408 a Rimini (+211, di cui 111 sintomatici).