Indietro
menu
rilanciato accordo nazionale

Frisoni: Il Mibact fa accordi con San Marino e il territorio gli fa "guerra"

In foto: San Marino
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 1 nov 2020 09:52
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il consigliere comunale Davide Frisoni si pone in modo molto critico nei confronti del presidente della provincia Riziero Santi. Diverse le questioni su cui la posizione di Santi lascia perplesso il consigliere. “Sulle pale eoliche ho dovuto prendere posizione perché il presidente, contrariamente a quanto dichiarato dai sindaci e dalle categorie economiche della nostra provincia, contrari al progetto, si è¨ espresso a favore. Quindi mi chiedevo, con quale posizione il 3 novembre si presenterà all’audizione in regione? Il dubbio che esprima una posizione personale è forte”.

C’è poi la presa di posizione di 15 sindaci e dello stesso presidente sulle scelte di San Marino: “Non capisco – scrive Frisoni –  perché fra le tante misure adottate abbia deciso di dichiarare guerra a San Marino per la chiusura posticipata dei bar e ristoranti, anziché magari contestare altre misure come la decisione di mantenere aperte palestre, piscine o svolgere congressi”.

Da qui la notizia che il presidente ella commissione Turismo ha appreso:  “Proprio nei giorni scorsi si è firmato un accordo tra il Mibact e la Repubblica di San Marino sul Turismo. Come Presidente della IV Commissione Cultura, Turismo, Cooperazione allo Sviluppo e Politiche Comunitarie del Comune di Rimini, sono soddisfatto dell’accordo firmato in un’ottica di collaborazione e scambio per rilanciare e rafforzare le relazioni turistiche fra Italia e San Marino. Il Turismo che in periodo Covid uno dei settori che sta sofferto di più, rappresenta con molta probabilità  il punto di ripartenza più interessante e con più possibilità  di intrapresa. Rilanciare l’accordo di cooperazione firmato a Roma nel 2004, rappresenta una nuova possibilità  di relazioni cordiali con la nostra vicina “Repubblica della Libertà”. Una relazione interrotta o mal sopportata ormai da troppi anni, deve con questa nuova firma ritrovare l’antico vigore e una reale condivisione di vedute e progetti.

“Quindi mi voglio complimentare con il Segretario di Stato per il Turismo Federico Pedini Amati, per il rinnovo di una stima forse immeritata. Di questa stipula mio malgrado, sono venuto a conoscenza solo da una notifica del Mibact. Ora mi domando come mai un accordo di questa portata non sia passato in Commissione Turismo di cui sono Presidente. E come mai Rimini come Capoluogo di Provincia, non abbia nominato un suo rappresentante in questo accordo tra il territorio, il Mibact e la Repubblica di San Marino e come mai anche la provincia non ha sollecitato Rimini a farsi capofila di questo accordo? Visto il disinteressamento del sindaco Gnassi e del presidente Santi mi propongo come interlocutore più titolato visto il ruolo da me ricoperto e le competenze personali”

Notizie correlate
di Redazione