Indietro
menu
La soddisfazione di Croatti

Compagnie telefoniche escludono didattica a distanza da traffico giga

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 18 nov 2020 19:18 ~ ultimo agg. 19:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Da oggi si può fare didattica a distanza senza consumare il traffico dati dei propri abbonamenti telefonici personali o familiari. Il Governo ha invitato i principali operatori di telefonia mobile a trovare soluzioni per agevolare le lezioni da remoto. Tim, Vodafone e Wind Tre hanno accolto l’invito del Governo ed escluderanno le piattaforme di didattica a distanza indicate dal Ministero dell’Istruzione dal consumo di gigabyte previsto negli abbonamenti.

Commenta il senatore del MoVimento 5 Stelle Marco Croatti: “È una ottima notizia che aiuterà tutti coloro che non hanno un abbonamento flat e che con la didattica a distanza sarebbero costretti ad utilizzare i giga dei propri abbonamenti con evidenti difficoltà legate ai consumi”.

“L’obiettivo prioritario è quello di far tornare tutti gli studenti a scuola e speriamo davvero possa avvenire presto – prosegue Croatti – Nel frattempo dobbiamo affrontare e superare le difficoltà anche con interventi perequativi che riducano le disuguaglianze e favoriscano la fruizione del diritto all’istruzione. In questo senso da marzo a oggi lo Stato ha già investito oltre 400 milioni per il digitale a scuola”.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO