Indietro
menu
Domande fino al 9 novembre

Agenzie viaggi. Riaperti i termini per gli incentivi: raddoppiano contributi

In foto: agenzia viaggi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 5 nov 2020 16:06
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Regione ha riaperto i termini per presentare domanda per un incentivo una tantum a fondo perduto fino a 5mila euro ad ogni agenzia di viaggio con almeno una sede operativa in Emilia Romagna. La nuova delibera prevede anche un raddoppio dei contributi: da 1000 a 2000 euro per le agenzie online, da 2000 a 4000 per le agenzie aperte al pubblico e un aumento fino a un massimo di 5000 euro di contributo per quelle iscritte nell’elenco delle “Agenzie sicure”, che si caratterizzano per l’elevato livello di organizzazione e affidabilità dei servizi offerti.

Le imprese che avevano già presentato domanda entro i termini fissati dal bando aperto a luglio non devono modificare nulla e beneficeranno dei nuovi parametri finanziari.

Il nuovo termine del bando è fissato per il 9 novembre mentre la dotazione finanziaria complessiva passa da 1,3 a 1,7 milioni di euro.

Interveniamo con una misura di carattere straordinario– sottolinea l’assessore regionale al Turismo e Commercio, Andrea Corsinia sostegno di un comparto messo a dura prova dai passati mesi di emergenza e dall’attuale situazione che certamente blocca i flussi turistici. Le agenzie di viaggio sono un anello fondamentale al servizio dell’industria turistica dell’Emilia-Romagna e, dopo i provvedimenti di carattere generale varati nei mesi scorsi per garantire liquidità anche alle imprese del settore turistico-alberghiero con la creazione di un fondo da 10 milioni di euro, ora si tratta di dare un ulteriore aiuto a un settore che vede impegnate numerose persone e risorse e che gioca un ruolo fondamentale per l’attrattività turistica della nostra regione”.

Cosa prevede il bando

Per partecipare al bando le agenzie di viaggio, a prescindere dalla forma giuridica, devono aver accusato tra il 1° marzo e il 31 maggio scorso un calo di fatturato pari o superiore al 30% rispetto allo stesso periodo del 2019, essere iscritte al registro delle imprese delle Camere di commercio e avere almeno una sede aperta al pubblico sul territorio regionale o un’unità locale nel caso di agenzie on line.

Le domande di contributo vanno presentate alla Regione fino alle ore 13 del 9 novembre, esclusivamente per via telematica, attraverso l’applicazione web “Sfinge 2020”, le cui modalità di accesso e utilizzo sono sul sito http://fesr.regione.emilia-romagna.it nella sezione dedicata al bando.

 
Notizie correlate
di Redazione   
Presentazione del libro

I primi 40 anni di Caritas

di Redazione