Indietro
menu
in maggioranza dal Nord Italia

Promozione "Riccione in treno". In aumento del 19% rispetto al 2019

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 12 ott 2020 13:28 ~ ultimo agg. 14:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Che l’estate sia andata meglio delle aspettative di inizio stagione lo confermano i dati del numero di turisti che hanno aderito alla campagna Riccione in treno, promossa da Federalberghi e Comune di Riccione. Per conto dell’associazione l’Osservatorio Turistico L.Montanari ha elaborato un’analisi dei dati e un sondaggio su quanti abbiano fruito del rimborso del viaggio in treno da parte, abbinato anche all’esenzione della tassa di soggiorno concessa dal Comune. Le richieste sono aumentate del 18% rispetto al 2019.

Nonostante le difficoltà della stagione estiva e nonostante qualche hotel del gruppo abbia registrato una flessione, la maggioranza degli alberghi aderenti ha addirittura segnalato un numero di arrivi migliore di sempre.

Questo indica un grandissimo interesse dei turisti verso la promozione, se si considera anche il fatto che nel 2020 la data di inizio della comunicazione è partita a giugno, con 2 mesi di ritardo a causa del lockdown imposto dall’emergenza sanitaria, rispetto agli anni precedenti.

Dalla ricerca è emerso che famiglie e coppie senza figli sono i principali utilizzatori dell’offerta Riccione in Treno, con una permanenza media di 6 notti. I clienti provengono principalmente dalla Lombardia (Milano) dal Piemonte (Torino) e dal Veneto (Verona).

Si evince dalle risultanze e dai dati ottenuti – afferma Bruno Bianchini, presidente Federalberghi Riccione – che, nonostante la stagione estiva appena trascorsa possa annoverarsi fra le più’ complicate e difficili mai vissute dal comparto turistico italiano, la bontà della iniziativa intrapresa si è riconfermata anche all’interno di queste inedite difficoltà. Tutto ciò deve essere non solo di buon auspicio per il futuro ma addirittura può rappresentare incentivo per ulteriore sviluppo. Ne siamo convinti“.

Ci siano guadagnati – aggiunge il sindaco Renata Tosi – la possibilità di avere un’estate, nonostante le mille difficoltà, grazie all’organizzazione e al lavoro duro dei nostri albergatori. Gli operatori turistici di Riccione hanno saputo garantire sicurezza e rispetto delle norme per turisti, lavoratori e cittadini. L’estate è andata molto meglio del previsto, lo conferma anche l’indagine commissionata da Federalberghi e l’interesse dei turisti nei confronti della promozione con Trenitalia, anche perché Riccione ha saputo cogliere l’occasione e le possibilità di vivere gli spazi aperti in città, le spiagge ariose e gli eventi sempre monitorati“.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
VIDEO
di Redazione