Indietro
menu
l'incognita sul futuro

Frisoni su OGR Rimini: salvaguardare e valorizzare

In foto: una locomotiva
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 30 ott 2020 14:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A fronte delle preoccupazioni emerse negli ultimi giorni sul futuro dell’Officina Grandi Riparazioni di Rimini, legate alle scelte del Gruppo FS l’amministrazione comunale di Rimini, per voce dell’assessore alla mobilità Roberta Frisoni, fa sentire la sua voce, ribadendo il grande valore dell’impianto per il tessuto del territorio. Nei prossimi giorni è in programma un incontro con i sindacati per fare il punto.

“L’Officina Grandi Riparazioni – dice la Frisoninon solo deve mantenere la sua vocazione, ma deve evolversi, sviluppare e innovare le lavorazioni, capitalizzando le professionalità esistenti e generando nuova occupazione seguendo quelle che sono le innovazioni in corso nel sistema dei trasporti. Questa è sempre stata e continua ad essere la posizione, più volte già espressa, dell’Amministrazione comunale di Rimini. Ritengo doveroso ribadirlo, una volta di più, anche alla luce delle ultime preoccupazioni espresse dalle associazioni sindacali proprio in questi giorni. Nel rispetto delle prerogative e scelte aziendali che competono alle ferrovie, l’amministrazione comunale considera quella dell’Officina grandi riparazioni di Rimini un’area strategica non solo da salvaguardare ma da valorizzare in prospettiva, perché in grado di sviluppare servizi, innovazioni e nuova occupazione specializzata.
Da parte nostra confermiamo la disponibilità al dialogo sia con la proprietà che con le rappresentanze dei lavoratori. Nei prossimi giorni si svolgerà un incontro con le organizzazioni sindacali per affrontare le problematiche emerse e le prospettive di questa struttura, di cui ribadiamo l’importanza storica e futura per Rimini e per il sistema regionale e nazionale dei trasporti.

Notizie correlate
di Redazione