Indietro
menu
trimestre ottobre-dicembre

Focus occupazione: l'industria tiene più dei servizi

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 19 ott 2020 14:12
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dal punto di vista occupazionale, l’industria tiene mentre i servizi stentano. Questo uno dei dati che emerge analizzando le previsioni di nuovi ingressi nel mondo del lavoro nell’ultimo trimestre del 2020 redatte dalla Camera di Commercio. Complessivamente in provincia di Rimini le entrate previste sono 4.540, contro le 6.480 dello stesso periodo del 2019. Per il solo mese di ottobre, le assunzioni previste sono 1.700, con una diminuzione di un terzo (830 unità in meno) rispetto a 12 mesi fa. Guardando le imprese che assumono si registra un lieve aumento rispetto al 2019 per l’industria (+2,7%) a fronte di un calo del 26% per i servizi. Nonostante questo i settori col maggior numero di entrate in termini assoluti sono: Alloggio, ristorazione, turismo (420 unità), Servizi alle persone (310) e Commercio (230)
In 34 casi su 100 le imprese continuano a incontrare difficoltà di reperimento delle figure richieste, nonostante il minore fabbisogno in termini numerici. Le tre professioni più difficili da reperire sono: Operai specializzati nell’edilizia e nella manutenzione degli edifici, Operai nelle attività metalmeccaniche ed elettromeccaniche, Conduttori di mezzi di trasporto. I giovani under 30 sono d’interesse per le imprese per una quota del 30%; i laureati nel 14% dei casi.