Indietro
menu
Il dirigente: solo 4 o 5 casi

Focolai in varie classi. A Riccione chiude la media Fratelli Cervi

In foto: la scuola fratelli Cervi
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 30 ott 2020 08:50 ~ ultimo agg. 21:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nella giornata di ieri il sindaco di Riccione Renata Tosi ha emanato l’ordinanza che prevede la chiusura della scuola media Fratelli Cervi di viale Ionio -fino al sei novembre. Un provvedimento emanato dopo aver preso atto della nota dell’Azienda Sanitaria nella quale si parla “della comparsa di numerosi casi di positività e focolai comprendenti molteplici classi all’interno del plesso scolastico, malgrado il rispetto di tutte le misure di prevenzione prescritte“. Come detto, la sospensione delle lezioni in presenza sarà in vigore fino al 6 novembre per tutto il plesso scolastico. “Al termine di questo periodo – si legge – verrà effettuato un TFN di controllo prima della riammissione all’attività scolastica in presenza”. I casi rilevati riguardano “studenti e docenti frequentanti e impiegati presso l’Istituto“. Disposta anche la sanificazione della scuola. La didattica proseguirà a distanza. Il dirigente scolastico, Nicola Tontini, ospite di Temporeale precisa che si tratta di pochi casi di positività (4 o 5 e solo un insegnante) ma riscontrati in quattro classi su otto. “Una scelta precauzionale” dice.

Nei giorni scorsi a Rimini, per gli stessi motivi, era stata disposta la chiusura per un paio di settimane di due sedi del liceo Classico Giulio Cesare.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione