Indietro
menu
Sanzione per la mascherina

Con la mascherina sul collo irride gli agenti poi dà in escandescenze. Denunciato con l'amico

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 18 ott 2020 14:44 ~ ultimo agg. 19 ott 14:30
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ieri sera, intorno a mezzanotte, una pattuglia delle Volanti di Rimini è intervenuta in centro storico per la segnalazione di un consistente gruppo di giovani, una ventina, protagonista di intemperanze in via Sigismondo. Gli agenti hanno intercettato alcuni di loro che nel frattempo  si erano spostati in Corso d’Augusto, in particolare un gruppetto di quattro ragazzi che si è fatto notare per gli atteggiamenti beffardi di uno di loro che portata pure la mascherina sul collo. Gli agenti si sono fermati e lo hanno invitato a sistemarsi correttamente la mascherina, ottenendo risposte sfrontate e accenni a presunte leggi che a suo dire gli avrebbero consentito di non metterla.

Alla richiesta di esibire i documenti, ha dato in escandescenze quando gli agenti hanno deciso di caricarlo in auto, scalciando e spintonandoli. A quel punto è intervenuto con decisione in sua difesa un amico. Dopo averli fatti desistere a fatica, gli agenti hanno portato in Questura i due,  ventenni italiani: uno è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità, nonché sanzionato per il mancato uso della mascherina. L’altro è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio.