Indietro
menu
chiesto confronto

Bertazzoni inagibile. Ambientalisti: schiaffo ad associazionismo

In foto: L'ospedale delle tartarughe
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 25 ott 2020 10:22
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Uno “schiaffo” del Sindaco di Riccione all’associazionismo ambientale ed animalista?” Così Ambiente & Salute Riccione, ANPANA, Fare Ambiente- Legambiente Valmarecchia, Rete Sos Adriatico, Rigas Acquisti Solidali, WWF Rimini intervengono sulla conunicata inagibilità della ex Colonia Bertazzoni, che porterebbe le realtà che si trovano all’interno, tra cui la Fondazione Cetacea e l’ospedale delle tartarughe, a dover lasciare in tempi rapidi lo stabile.

Fondazione Cetacea – scrivono – da decenni opera con il suo centro di recupero delle tartarughe marine fungendo da riferimento in Adriatico per la cura, la riabilitazione e la re-immissione in mare di queste creature.  Una realtà associativa peculiare del mondo animalista. Da oltre 13 anni alla ex colonia Bertazzoni (e da più di 30 anni a Riccione), rappresenta, senza ombra di dubbio, una ricchezza non solo sotto il profilo della cultura ambientale ed educativa che avvicina concretamente le giovani generazioni all’amore ed al rispetto per il mare, ma anche sotto il profilo turistico.  In tale direzione è auspicabile l’interessamento a non perdere tale realtà anche da parte delle associazioni degli albergatori e bagnini della Perla Verde”.

Non si comprende pertanto come sia possibile per il Comune di Riccione non solo deciderne lo sfratto senza aver minimamente coinvolto la Fondazione nelle valutazioni periziali dell’inagibilità della struttura ospitante e nel concordarne la tempistica, ma anche e soprattutto non aver preso minimamente in considerazione l’adeguamento ed il miglioramento dello stabile piuttosto che il suo svuotamento“.

E poi la stoccata: “Un’azione urgente e d’urto di questo tipo pare più una scelta contro una realtà associativa che ha sempre espresso liberamente – assieme agli altri gruppi ambientalisti- le proprie opinioni e critiche rispetto alle mancate scelte ecologiste operate dall’Amministrazione Comunale”.

L’auspicio è che, a breve, possa esserci un confronto tra il Comune e le tre associazioni che hanno la sede nella ex Bertazzoni, “per offrire spazi adeguati alla Fondazione Cetacea, ai Sub Riccione e al Coro città di Riccione,  o dare almeno ad essi i tempi necessari al loro trasferimento in altre realtà“.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione