Indietro
menu
Sabato mattina bellariva

Rapina turista e "assalta" il trenino. Arrestato dalle Volanti

In foto: le Volanti sul posto
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 13 set 2020 10:52 ~ ultimo agg. 14 set 11:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Polizia di Stato ha arrestato un uomo responsabile di una rapina sabato mattina sul lungomare di Bellariva, incurante del passaggio di diverse persone; nello specifico. Alle 8.20 agli uffici è arrivata la segnalazione di una animata lite in strada in Piazzale Gondar.
Sul posto è subito arrivata una Volante che si trovava nella vicina via Chiabrera.
I poliziotti hanno trovato sul posto il richiedente l’intervento ela vittima della rapina, una turista 29enne di Bergamo.
Intorno alle 8.15 circa, mentre la turista si trovava su una panchina di Piazzale Gondar per guadare il mare del mattino, un 42enne senegalese le ha offerto l’acquisto di una dose di cocaina.
La 29enne, mai assuntrice di stupefacenti, ha rifiutava ma l’uomo ha continuato a insistere e poi, con un gesto improvviso le ha strappato dal reggiseno delle banconote si intravedevano, per un totale di 30 euro.
Al tentativo della ragazza di riprenderseli l’uomo l’ha spintonata alle braccia ed al petto per poi fuggire.
Vedendo arrivare il trenino turistico si è gettato in mezzo alla strada pretendendo di salirci, ma al rifiuto dell’autista ha colpito con alcuni pugni il parabrezza del veicolo. L’autista del trenino è riuscito a fargli una foto e ha contattato la Polizia di Stato.

Alla vista delle Volanti l’uomo è fuggito verso viale Regina Margherita ma dopo pochi minuti è stato rintracciato da un altro equipaggio intervenuto in zona in viale Regina Elena angolo via Firenze,  nascosto dietro un albero ed intento a contare dei soldi. Con lui c’era una 38enne di Trani, che però si è accertato in un secondo momento non aver alcun ruolo nella rapina. Alla vista dei poliziotti l’uomo ha afferrato i soldi e ha tentato di nuovo la fuga. La vittima, che si trovava a pochi metri, lo ha identificato come il rapinatore.
Oltre alle banconote rubate aveva addosso involucro trasparente termosaldato che però non è risultata non essere droga.
Il senegalese è risultato risulta essere irregolare sul Territorio Nazionale e gravato da un’Espulsione con relativo Ordine del Questore emesso in data 07/09/2020 dalla Questura di Rimini a cui risultava essere inottemperante.
L’uomo, senza fissa dimora e senza lavoro, è stato arrestato per rapina e domani mattina sarà processato con rito direttissimo.

Dagli accertamenti è emerso che il 42enne senegalese, è risultato essere gravato da numerosi precedenti penali e pregiudizi di Polizia per i reati contro il Patrimonio, la Pubblica Amministrazione, l’Immigrazione Clandestina e la detenzione e traffico di sostanze stupefacenti.
Nel novembre 2016 era stato condannato ad anni tre di reclusione dal Tribunale di Rimini per il reato di Rapina, nel luglio 2016 era stato invece condannato a otto mesi di reclusione dal Tribunale di Bologna per detenzione di droga ai fini di spaccio ed era stato scarcerato nel dicembre 2019 dalla Casa Circondariale di Piacenza per fine pena dopo una condanna per rapina.

Notizie correlate
di Redazione