Indietro
menu
71° Sagra Musicale Malatestiana

Per il concerto con Cecilia Bartoli esaurita anche la piazza

In foto: il cast del concerto
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
gio 10 set 2020 12:52 ~ ultimo agg. 13:39
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Col ritorno di Cecilia Bartoli a Rimini il prossimo 16 settembre si apre la 71esima edizione della Sagra Malatestiana. Così come avvenne il 28 ottobre 2018, nel concerto inaugurale del rinato teatro, anche in questa occasione ci sarà la piazza allestita a platea per partecipare attraverso il maxischermo e in piena sicurezza alla Grande Soirée che vedrà la Bartoli esibirsi in un programma esclusivo con l’orchestra Les Musiciens du Prince Monaco diretta da Gianluca Capuano.

Tutti esauriti in pochi giorni i circa quattrocento posti messi a disposizione in piazza Cavour per accogliere il pubblico, nel rispetto delle disposizioni in materia di prevenzione sanitaria. Il salotto in piazza si aprirà dalle 18 e sarà allestito sull’esempio dell’esperienza dell’Arena lido della Darsena con sedute distanziate da un tavolino, suddivise in zone. Ogni zona avrà un bar di riferimento a cui sarà possibile ordinare una consumazione, che potrà essere servita al tavolo prima dell’inizio del concerto, previsto per le 21. A spettacolo iniziato non sarà più possibile lasciare il proprio posto o ordinare al bar: il pubblico all’aperto sarà tenuto ad osservare gli stessi comportamenti degli spettatori in sala, dunque evitare il più possibile gli spostamenti, non fumare e dovranno essere spenti i cellulari.

Ancora pochi posti disponibili per le prove generali gratuite in programma per la serata del 15 settembre, inziativa possibile grazie alla disponibilità di Cecilia Bartoli. Un’opportunità offerta ai ragazzi di età inferiore ai 25 anni e agli over 70, che godranno di una preview d’eccezione, così come accaduto proprio per l’inaugurazione del Galli.

Il 19 settembre in teatro tornerà un altro dei grandi protagonisti della prima stagione, Valery Gergiev, con l’orchestra Mariinsky. Appuntamento sold out, così come gli altri concerti sinfonici in programma per la Sagra Malatestiana. Il Teatro Galli mantiene una capienza ridotta per garantire il necessario distanziamento interpersonale. Sempre per la sicurezza del pubblico saranno adottate anche nuove procedure sperimentali di accesso e fruizione al Teatro, con ingressi differenziati per settore e accorgimenti per evitare le file in biglietteria.

Mentre la Sagra è pronta al debutto, parallelamente si continua a lavorare per la stagione di prosa articolata in due tempi: un’anteprima tra novembre e dicembre – che sarà presentata a breve – e la seconda parte più corposa nel 2021, quando si auspica la situazione sanitaria possa essere il più possibile normalizzata. Ad oggi infatti le tournée delle compagnie di prosa e di danza che prevedono un cast numeroso, tra artisti in scena e tecnici, sono tutte rinviate al 2021, dunque si sta lavorando per allestire un programma che nel rispetto delle norme possa tornare ad essere spazio di incontro per  le diverse arti espressive. In attesa della prima parte di stagione di prosa al Galli a novembre, alla fine di settembre riprende vita il Teatro degli Atti che ospiterà il festival di teatro e danza Le voci dell’Anima, diretto da Maurizio Argan e Alessandro Carli.

E’ inoltre iniziata in questi giorni l’emissione dei voucher a rimborso degli spettacoli cancellati a causa dell’emergenza sanitaria relativi alla Stagione di Prosa, alla rassegna di danza E’ bal e all’opera lirica Turandot. Entro la fine di settembre, saranno evase tutte le richieste pervenute, completando una procedura complessa che richiede di assegnare a ogni biglietto annullato un codice numerico e fiscale per la creazione del voucher. La validità dei voucher è di 18 mesi dalla data di emissione, dunque sarà possibile utilizzarli anche per la stagione 2021-2022.

I biglietti prenotati dovranno essere ritirati alla biglietteria del Teatro Galli nei consueti orari di biglietteria e nel giorno dello spettacolo dalle ore 17 alle 18. Dopo tale orario, per ragioni legate all’obbligo di distanziamento interpersonale e al divieto di assembramento a causa della situazione sanitaria, la biglietteria sarà chiusa al pubblico. Per il ritiro dei biglietti già pagati sarà necessario esibire la ricevuta dell’avvenuto pagamento.

www.teatrogalli.it

Notizie correlate
di Redazione