Indietro
menu
Il consigliere dei Padulli

Nuovo ponte sull'Ausa. Bertozzi (Pd): ora manca collegamento coi Padulli

In foto: il consigliere Bertozzi negli studi di icaro
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 11 set 2020 16:56 ~ ultimo agg. 16:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Spostare le transenne e vedere il traffico veicolare passare tra le due rotonde è qualcosa che mi porterò dentro per molto tempo“. A dirlo è il consigliere del Pd Simone Bertozzi dopo l’inaugurazione del nuovo ponte sull’Ausa che collega la Statale Adriatica, all’altezza della nuova rotatoria davanti agli stabilimenti Valentini, a via Aldo Moro (vedi notizia). “Un intervento molto atteso – prosegue il consigliere – ma non vorrei usare la parola “completato” perché manca ancora il lotto C del progetto quello che permetterà, attraverso il prolungamento di via Tosca, il collegamento con i Padulli“. Senza questo, resterebbe “un’opera strategica per la viabilità, ma di fatto a metà” aggiunge invitando a non abbassare la guardia. Bertozzi, residente proprio ai Padulli, ha seguito molto da vicino le varie fasi del progetto chiamato a dare una nuova uscita in sicurezza dal quartiere (attualmente a raso della SS16) e anche un nuovo ingresso. “Finora tutto il traffico in entrata  – spiega il consigliere – pesa su via Marecchiese che in alcuni momenti della giornata è molto intasata.” Ma quali saranno le tempistiche del lotto C? “Il progetto esecutivo dovrebbe arrivare a breve e speriamo di andare a gara in un paio di mesi” dice Bertozzi ricordando i tanti rallentamenti avuti dal progetto. “Non è un lavoro che si fa per poterlo presentarlo in campagna elettorale – conclude il consigliere, sollecitato sulla possibilità che l’intervento possa essere pronto entro la scadenza del mandato a maggio – ma l’auspicio è che possa essere completato entro il 2021.

 

Notizie correlate
di Redazione