Indietro
menu
Dati aggiornati al 31 agosto

Inail, in provincia 439 denunce per covid contratto al lavoro. Un decesso

di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 21 set 2020 13:15
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Le denunce di infortunio sul lavoro da Covid–19 sono state 5.469 in Emilia Romagna, il 10,5% di quelle rilevate a livello nazionale. 27 con esito purtroppo mortale. Si tratta dei dati aggiornati al 31 agosto diffusi dall’Inail. In provincia di Rimini le denunce sono state 439, una con esito mortale.

Nel dettaglio, 82 si sono registrate nella fascia 18-34 anni, 158 in quella 35-49, 188 tra i 50 e i 64 anni e 11 over 64. Per quanto riguarda il genere: 300 uomini e 139 donne. La provincia di Rimini è quella col maggior numero di denunce di infortunio da covid in Romagna visto che a Ravenna se ne sono registrate 214 e a Forlì-Cesena 388. In Regione il maggior numero di denunce è avvenuto nel bolognese, 1356, seguito da Reggio Emilia (890), Parma (706), Modena (648) e Piacenza (569). Il 66,65% delle denunce riguarda il settore della sanità e dell’assistenza sociale dove si registra 1/4 del totale dei decessi. Le professionalità più colpite sono infermieri, medici, operatori socio sanitari e operatori socio assistenziali.

In Italia sono stati denunciati all’Inail 52.209 contagi da Covid-19 sul lavoro. 303 i casi mortali.

Notizie correlate
di Serena Saporito